Input your search keywords and press Enter.

Camerette per bambini in stile “green”

La sostenibilità ambientale entra nelle nostre case. L’attenzione dei genitori verso un ambiente sano e sicuro per il proprio figlio cresce sempre più. E così si sbizzarriscono mille soluzioni per arredare camerette in modo green  per garantire al bambino un ambiente di crescita bello ma anche sano, confortevole e rispettoso dell’ambiente.

Per le camerette dei bambini sono preferibili i pannelli ecologici bassa emissione di formaldeide

E allora spazio ai materiali eco: le camerette più all’avanguardia usano il pannello ecologico, composto al 100% da legno riciclato e certificato. I pannelli garantiscono una bassa emissione di formaldeide, uno degli agenti inquinanti e nocivi più diffusi tra le mura domestiche. Usare arredi in legno massiccio, resistente e duraturo, proveniente da foreste europee gestite responsabilmente a coltivazione programmata è un’alternativa ai materiali laccati con vernici tossiche. Per i pavimenti, poi, perché non adottare il parquet? Oltre ad essere caldo, confortevole e naturale, è anche ecosostenibile. Ma attenzione, non tutti i parquet sono considerabili ecosostenibili. Un tipo di parquet all’avanguardia ambientale è quello fatto in bambù, un materiale molto resistente e vigoroso; parquet in bambù significa grande disponibilità, rinnovabilità e soprattutto eco-sostenibilità. Per quanto riguarda i tessuti, una scelta responsabile è l’uso di tessuti in fibre naturali come il cotone, la lana, il lino, naturalmente meglio se ottenute senza l’utilizzo di pesticidi ed erbicidi.

E' bene regalare giochi ecocompatibili, che usano cotone riciclato, almeno nel packaging

Ma passiamo ai giochi, immancabili in una cameretta per bambini. È possibile avere un gioco che risponde anche a criteri di sostenibilità ambientale? Ebbene si, ne sono esempio le numerose soluzioni di giochi ecologici, senza uso eccessivo di plastiche e imballaggi per il packaging e così si trovano giochi in cartone riciclato, modellini e giocattoli in legno, peluche a sonagli in cotone organico, morbidi, colorati e atossici.

Cotone, lana e lino trattati con clori naturali sono da preferire

Ma ancora qualcosa manca all’appello. Perché non aggiungere un tocco di verde con una bella pianta? Una soluzione è la Sansevieria rifasciata, conosciuta come “pianta della camera da letto” che ha la capacità di lavorare la notte per combattere e limitare il fenomeno dell’inquinamento indoor. Essa trasforma l’anidride carbonica in ossigeno, purificando l’aria e rendendola più salutare per la crescita del bambino. Le lampade led possono essere ulteriori azioni per migliorare la qualità dell’aria e l’ecocompatibilità della cameretta. Se poi si pensa di dare un tocco vivace alla stanza, unendo comfort e cromoterapia, perché non dipingere le pareti di verde? Restando in tema green, il verde è un colore che richiama la freschezza e la natura ed è ritenuto una tonalità rilassante per il nostro sistema nervoso, così da crare un clima vivace e sereno. L’insieme di questi accorgimenti può tutelare in modo efficace i bambini che, essendo in fase di sviluppo, sono molto più vulnerabili agli effetti negativi dovuti a sostanze nocive e materiali inappropriati. Arredare in modo compatibile con l’ambiente, utilizzando materiali ecofriendly  ha un valore aggiunto che però si deve confrontare spesso con le logiche del mercato. I costi di un cameretta eco-compatibile, così come descritta sopra, sono molto spesso leggermente superiori alla media, dovuti ad una maggiore attenzione alle filiere produttive e ai materiali impiegati. Ma si deve tener presente che questi costi vengono ammortizzati col tempo, oltre che della qualità, della sicurezza, della durevolezza dei materiali, con i relativi e non trascurabili costi ambientali risparmiati in termini di LCA (Life Cycle Assessment, ossia il “ciclo di vita del prodotto”) ed emissioni di Co2.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *