Input your search keywords and press Enter.

Cambiamenti climatici, approvata mozione Matarrese alla Camera

Salvatore Matarrese,

L’On. Salvatore Matarrese

La Camera dei Deputati ha approvato, con parere favorevole del Governo, la mozione (primo firmatario il presidente dell’ VIII Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici on. Salvatore Matarrese)  che impegna il Governo ad adottare una serie di provvedimenti volti a contrastare il fenomeno dei cambiamenti climatici anche in vista della prossima XXI Conferenza delle Parti (COP 21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) che si terrà a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre 2015.

«Tenuto conto che i dati confermano che i mutamenti climatici sono in atto e sono diretta conseguenza dell’attività umana – precisa l’on. Matarrese – , l’esecutivo si è impegnato a promuovere un accordo globale tra i Paesi del mondo che favorisca la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e di fattori inquinanti che incidono sull’alterazione delle condizioni climatiche con l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura media globale rispetto al periodo preindustriale al di sotto dei 2 °C. Contestualmente, il nostro Governo definirà e porrà in essere una strategia di contrasto nazionale al fenomeno dei cambiamenti climatici che tenderà a mitigare e rimuovere le cause e a promuovere politiche di sviluppo e di attività produttive sostenibili dal punto di vista ambientale e che contribuiscano alla riduzione delle emissioni».

Impegno del Governo anche verso le politiche locali, in particolare verso quelle  che favoriranno l’impiego di energia alternativa e pulita e l’utilizzo efficiente delle risorse naturali per i servizi pubblici di trasporto, negli edifici pubblici, nell’illuminazione pubblica; anche per la ristrutturazione del patrimonio immobiliare pubblico e privato saranno favoriti materiali sostenibili e a basso impatto ambientale nel loro ciclo produttivo. Nell’industria il Goversno promuoverà promosse iniziative e incentivi per la riconversione dei processi produttivi delle imprese al fine di ridurre le emissioni in atmosfera, mentre nel settore agricolo sarà garantita la diffusione di un’agricoltura sostenibile ed ecologica che utilizzi nuovi metodi produttivi più efficienti e meno inquinanti, capaci di proteggere il suolo dal sovrasfruttamento e di aumentare la capacità di stoccaggio di Co2 dei terreni agricoli e che possa anche conservare le diversità biologiche. Spazio anche al potenziamento dell’educazione ambientale nelle scuole.

«Il processo dei mutamenti climatici è reversibile  – conclude Matarrese – e tutti, politica e società civile, devono impegnarsi a contrastarlo e ad adottare comportamenti a tutela del nostro pianeta. Difendere la Terra non è un’opzione ma un obbligo civile dal quale dipende il futuro di tutti».

(Il testo della mozione)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *