Input your search keywords and press Enter.

Cambiamenti climatici e gestione dei conflitti ambientali: dibattito al Festival dello Sviluppo Sostenibile

Cambiamenti climatici e gestione dei conflitti ambientali al centro di un dibattito a Bari per il Festival dello Sviluppo Sostenibile. Ambient&Ambienti tra gli organizzatori dell’evento

Comprendere e governare i cambiamenti climatici è l’imperativo più importante in questi ultimi tempi, quando parliamo di sostenibilità. Ed è forse, tra i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile (SDGs – Sustenaible Development Goals) indicati dall’Agenda 2030 varata dall’ONU nel 2015, quello che determina in modo significativo il raggiungimento di tutti gli altri. Perché senza il controllo del clima non ci può esser sicurezza del territorio; il cambiamento climatico determina intere migrazioni di popoli, mutamenti economici e sociali, guerre, malattie; il volto delle città muta in virtù dei mutamenti climatici. Flora e fauna terrestre e marina non sono più le stesse da tempo anche a causa del climate change. Insomma è impossibile non fare i conti col clima.

effetti dei cambiamenti climaticiEd è fondamentale anche saper presentare le emergenze e le criticità legate al clima, evitando di cavalcare l’onda del catastrofismo o, al contrario, del negazionismo.

Cambiamenti climatici, parliamone insieme

Proprio di tutto questo si parlerà domani nell’incontro-dibattito “Gestione dei conflitti ambientali e corretta informazione – Contrasto ai cambiamenti climatici”, in programma a Bari  dalle ore 9,00 nell’aula magna “Aldo Moro”  del palazzo di Giurisprudenza (piazza Cesare Battisti). L’incontro è uno dei 43 eventi organizzati nel capoluogo pugliese per il Festival dello Sviluppo Sostenibile, voluto dall’ASviS, l’ Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile nata proprio con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della sostenibilità ambientale, civile e sociale.

Tra gli organizzatori dell’incontro di domani  (leggi il programma) c’è anche Ambient&Ambienti: Lucia Schinzano, direttrice della testata, intervisterà insieme ad Elvira Tarsitano, presidente del Centro Esperienze Educazione Ambientale – UniBa (che ha collaborato all’iniziativa) i rappresentanti delle istituzioni e degli organismi che hanno nella loro mission la salvaguardia dell’ambiente: Vera Corbelli (Segretario Generale dell’Autorità di bacino dell’appennino meridionale), Vito Bruno (Direttore generale dell’Arpa Puglia), Vito Uricchio (direttore dell’istituto di ricerca sulle acque), Giacomo Scarascia Mugnozza (direttore dl Dipartimento di scienze agroalimentari dell’Università Aldo Moro), Tommaso Farenga (direttore scientifico di Ambient&Ambienti ed esperto di pianificazione ambientale), Domenico Capolongo (GDL Cambiamnti climatici dellaRete Università Sostenibili -RUS, Università Aldo Moro), Marco Pantaleo (delegato efficientamento energetico per l’UniBa).

Osservati speciali anche Ex Fibronit, TAP, Ilva, alcuni case history da cui partire per affrontare temi come il trattamento rifiuti, il consumo del suolo, la tutela dei lavoratori ecc., la salvaguardia dell’ambiente e parlare concretamente di gestione dei conflitti ambientali a contrasto dei cambiamenti climatici.

LEGGI ANCHE: Dossier Agenda 2030 di Ambient&Ambienti online

L’evento dà diritto a crediti professionali per i giornalisti secondo quanto previsto dal regolamento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *