Input your search keywords and press Enter.

Caldo anomalo: emergenza piante

É stato necessario ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le piante da frutta dallo stress provocato dal caldo torrido e dall’assenza di pioggia al nord. In pericolo kiwi, mele e pere in un mese in cui normalmente l’acqua è garantita dal cielo. Queste le considerazioni della Coldiretti difronte alle analisi del presidente della Società meteorologica italiana, Luca Mercalli. Secondo quest’ultimo il mese di settembre appena alle spalle va classificato come il più caldo degli ultimi 150anni. «In molte aree – sottolinea la Coldiretti – è stato necessario allungare il periodo di irrigazione per non perdere le colture in un autunno del tutto anomalo dal punto di vista meteorologico che sta mettendo a rischio le produzioni abituali di stagione. La necessità di una operazione di irrigazione del tutto straordinaria – conclude la Coldiretti – comporta un aggravio di costi per gli agricoltori in una situazione già difficile dal punto di vista economico».

Print Friendly, PDF & Email