Input your search keywords and press Enter.

Caldo: allarme al Nord

Sembra già boccheggiare il Nord Italia, che registra un’estate anticipata con temperature ben al di sopra della media del periodo e con punte fino a 35 gradi. Allarme anche per il livello idrometrico del Lago Maggiore, giunto al minimo storico stagionale a causa della mancanza di precipitazioni in tutto il nord, dove è caduta in primavera dal 75% al 100% di pioggia in meno. La Coldiretti conferma l’anticipo della bella stagione e sottolinea in particolare la situazione in Piemonte, dove si è avuta la primavera più calda degli ultimi 50 anni. E i dati Isac–Cnr relativi all’intera penisola piazzano il mese di aprile come il quarto più caldo degli ultimi 210 anni.

Intanto situazione impari si registra tra grandi e piccoli centri: se nelle città si soffre l’afa, nelle campagne è allarme siccità, soprattutto per molte zone della Pianura Padana. A farne le spese sono le coltivazioni agricole dove – precisa la Coldiretti – si contano danni per il crollo delle produzioni e aumento di costi per l’impiego dell’acqua. Il problema della siccità non ha toccato però solo la nostra penisola: danni all’agricoltura si sono avuti già in altri Paesi europei, come Francia e Germania.

Print Friendly, PDF & Email