Caccia, Lazio proroga calendario. EARTH impugna al TAR

Nonostante i Tar di tutta Italia continuino ad accogliere i ricorsi contro le proroghe regionali dei calendari venatori, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha stabilito il posticipo della chiusura dell’attività venatoria al 10.02.14 nel territorio della Regione Lazio, alle seguenti specie: Colombaccio (foto); cornacchia grigia; gazza; ghiandaia.

«Il Decreto in questione viola la normativa comunitaria» spiega Valentina Coppola, presidente di EARTH «ed in particolare la DIRETTIVA 2009/147/CE del 30 novembre 2009 concernente la conservazione degli uccelli selvatici. Non si specifica infatti, quali siano le esigenze che giustifichino la proroga della stagione venatoria: nella premessa dell’atto, si riporta solo genericamente una richiesta di proroga alla prima decade di Febbraio, adducendo il fatto che a livello europeo la specie è attualmente considerata in buono stato di conservazione». Secondo gli ambientalisti di EARTH, ciò equivale a dire che «siccome non si stanno estinguendo ci si può divertire a sparargli».

«Le specie oggetto di deroga», termina la presidente di EARTH, «non sono uccise per essere mangiate, ma per farne dei macabri trofei e questo rende ancora più pesante la disponibilità della Regione a concedere tempi più lunghi al fine di abbatterne un numero maggiore».

Articoli correlati