Bracconaggio: minaccia all’ambiente

La minaccia del bracconaggio e del commercio illegale è ancora presente in Italia a danno della biodiversità. Resta infatti serio il problema della caccia illegale e del prelievo di  giovani esemplari dai nidi per venderli sui mercati internazionali, laddove è forte la presenza del traffico illegale di rapaci.

Nelle mire di questo fenomeno è finita anche l’Aquila del Bonelli, una delle specie di grandi rapaci più rare ancora presenti in Italia. Ha una popolazione di non più di 15 coppie concentrata solo in Sicilia e, come sottolinea WWF, avrebbe bisogno dello sviluppo di progetti di conservazione per consentirne il recupero e la crescita. Inoltre tra i sequestri più significativi il WWF ricorda i 3 esemplari di Capovaccaio che sono stati rinvenuti nelle mani di collezionisti e trafficanti senza scrupoli . «L’impegno che il WWF chiede al Ministero dell’Ambiente e al Ministero Politiche agricole è per lo sviluppo di un programma LIFE congiunto, per la tutela e la salvaguardia della popolazione residua di Aquila del Bonelli e di Capovaccaio», sottolinea Fulco Pratesi, presidente onorario del WWF Italia.

Articoli correlati