Input your search keywords and press Enter.

Bonifica porto Torres: l’ISDE fa il punto

Perplessità sullo stato ambientale nel golfo di Porto Torres arrivano dall’ISDE-Medici per l’Ambiente. Il direttivo Sassari-Sardegna dell’associazione si è di recente riunito per discutere della situazione che ha portato il Ministero dell’Ambiente ad attivare una conferenza dei servizi. L’ISDE ha osservato che, come unico interlocutore tecnico per l’esecuzione delle bonifiche, viene individuata l’impresa Syndial S.p.A del gruppo Eni. Dal 29 luglio scorso, però, quest’ultima si trova ad fronteggiare il rinvio a giudizio per disastro ambientale e avvelenamento doloso continuato del ciclo delle acque e degli alimenti. Il direttivo, pertanto, ritiene che l’azienda non sia più idonea ad essere interlocutore privilegiato nella stesura e nell’attuazione dei progetti di bonifica, almeno fino al compimento dell’iter processuale. Inoltre l’ISDE richiama le istituzioni comunali, provinciali e regionali a creare un tavolo tecnico che coinvolga istituzioni di ricerca pubbliche e private per elaborare progetti di risanamento, e sollecita la creazione di un comitato di garanti nella verifica dell’attuazione delle azioni di bonifica. Intanto resta ancora irrisolto il problema dello sversamento del benzene nelle acque marine del porto, nonostante i molti mesi ormai trascorsi dalla chiusura della Darsena. L’ISDE fa perciò appello ai cittadini, al mondo dell’associazionismo nonché ai partiti perché la discussione sulle problematiche e le prospettive del polo industriale di Porto Torres coinvolga in un processo di consapevolezza crescente quanti più soggetti possibili.

Print Friendly, PDF & Email