Input your search keywords and press Enter.

Bioeconomia, proposte e strategie di sviluppo all’IFIB di Milano

«Se davvero si vuole conciliare la crescita economica del Paese e la creazione di nuovi posti di lavoro con la sostenibilità ambientale, la bioeconomia – sostiene il presidente di Assobiotec Alessandro Sidoli – è il settore su cui anche l’Italia deve puntare con forza».

Al Forum italiano sulle biotecnologie industriali e la bioeconomia – IFIB, organizzato a Milano da Assobiotec, l’Associazione per lo sviluppo delle biotecnologie che fa parte di Federchimica, Innovhub-Stazioni Sperimentali per l’Industria e Italian Biocatalysis Center, saranno presentate tutte le sfide che pone il nuovo millennio: superamento della dipendenza dal petrolio e dalle altre fonti energetiche fossili, aumento della popolazione mondiale e cambiamenti climatici.

L’evento, il primo interamente dedicato alla bioeconomia, è articolato in sessioni dedicate alla Chimica-farmaceutica, alla Biocatalisi, all’Ambiente, all’Agro-alimentare e all’Energia. Profili di alto livello, rappresentanti di ciascun settore, forniranno i loro contributi al fine di pianificare delle strategie concrete per lo sviluppo della bioeconomia.

Il positivo riscontro avuto nella prima edizione del Forum, e le conferme che si stanno avendo nel corso di quella attuale, «sono – secondo Giovanna Speranza, docente di Chimica organica all’Università di Milano e componente del Comitato scientifico – segno di un interesse crescente verso la bioeconomia in Italia e di una grande vitalità della nostra ricerca. Ci auguriamo che il MIUR voglia sostenere concretamente questa voglia di di condividere le proprie conoscenze e di metterle al servizio dell’industria per contribuire alla crescita economica del nostro paese»

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *