Input your search keywords and press Enter.

Biocombustibili: la chance dei Paesi corrotti

«Una pressione senza precedenti grava oggi sulla terra a causa della coltivazione di nuove aree da parte dei centri urbani in espansione o del suo abbandono a causa del degrado, del cambiamento climatico o dei conflitti». L’allarme è riportato in un un documento realizzato in via congiunta da FAO e Trasparency International (TI), l’organizzazione internazionale che vigila sulla corruzione a livello mondiale. Lo studio, condotto in più di 61 Paesi, mostra che una governance debole ha fatto aumentare il rischio di corruzione nel possesso e nell’amministrazione della terra. «Accesso sicuro alla terra e protezione delle risorse naturali da un loro uso sfrenato sono alcuni degli elementi chiave per garantire la sicurezza alimentare, la stabilità sociale, gli investimenti, la generale crescita economica ed uno sviluppo sostenibile», chiarisce Alexander Mueller, vice direttore generale della FAO per le Risorse Naturali. Inoltre, come spiega la FAO in una nota, «molti paesi con problemi di governance e di corruzione sono considerati le destinazioni più allettanti per investimenti nei biocombustibili».

Print Friendly, PDF & Email