Input your search keywords and press Enter.

Befana sostenibile a Bari: premi alla raccolta differenziata

“La Befana dell’AMIU”: a Bari il 5 gennaio in Corso Vittorio Emanuele doni per i piccoli cittadini che fanno la raccolta differenziata

La Befana si rinnova e diventa sostenibile premiando chi fa la raccolta differenziata. Succede a Bari e l’iniziativa non poteva che partire dall’AMIU, la S.p.A. di igiene urbana.  Venerdì 5 gennaio, dalle ore 10 alle 13, gli operatori dell’AMIU accoglieranno i piccoli cittadini in corso Vittorio Emanuele, nei pressi del palazzo dell’Economia, per festeggiare insieme l’arrivo della Befana.

Ogni piccolo cittadino che si recherà presso il presidio allestito dall’azienda comunale con un rifiuto da differenziare riceverà in dono un gadget, una scopina o un piccolo bidoncino, rigorosamente targati Amiu, accompagnato da un sacchetto di cioccolatini. Obiettivo dell’iniziativa è abituare al fatto che non si getta niente per terra.

Basta poco per sentirsi piccoli protagonisti della gestione dei rifiuti: anche una carta di caramella, un fazzolettino, una bottiglietta d’acqua, possono fare la differenza. In questo gli under 10 potrebbero insegnare molto agli adulti, grazie anche a tutte le campagne di informazione, i concorsi e le iniziative che partono direttamente dal scuole o da associazioni e istituzioni e che ruotano intorno al tema della sostenibilità.

LEGGI ANCHE: Educazione alimentare e sportiva nelle scuole di Bari

Befana sostenibile a Bari, nella calza premi per chi differenzia

befana sostenibile AMIU Bari«Per una seria strategia di gestione dei rifiuti dobbiamo partire dalla formazione dei cittadini del futuro – spiega il presidente Amiu Sabino Persichella -. Per questo abbiamo pensato di lasciare ai bambini della città un regalo, in tema con l’Epifania, per ogni piccolo rifiuto da loro prodotto, che butteranno nei raccoglitori che posizioneremo in loco. L’intento è far comprendere ai bambini che non gettare rifiuti per terra fa bene alla città e anche a loro».

«Questo – continua Persichella – è per noi il primo passo di un’azione che mira a far acquisire una maggior consapevolezza degli effetti positivi di una corretta differenziazione dei rifiuti. Solo così riusciremo ad incidere positivamente sui comportamenti e sugli stili di vita dei cittadini di domani».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *