Input your search keywords and press Enter.

Batterio killer: 100 MLN danni al Made in Italy

Potrebbe arrivare a 100milioni di euro il conto finale delle perdite subite dal Made in Italy agroalimentare a seguito del crollo delle esportazioni e del calo dei consumi sul mercato nazionale. Il bilancio viene tracciato dalla Coldiretti, in vista del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura dell’Ue che si terrà il prossimo 7 giugno a Lussemburgo per affrontare le conseguenze per i produttori europei della contaminazione del batterio killer. I danni più gravi si sono avuti per i cetrioli, con crolli anche del 90%, ma un “effetto traino negativo ingiustificato” – sottolinea la Coldiretti – si è avuto per l’intera produzione nazionale di verdure sui mercati interno ed estero. A provocare il panico basta che un alimento sia segnalato dagli organi d’informazione: così, se il 43% degli italiani decide di evitare gli alimenti di cui ha sentito parlare per un certo periodo di tempo, il 13% lo esclude per sempre dalla dieta. Solo il 30% si preoccupa ma non cambia acquisti mentre un 12% resta indifferente (elaborazioni Coldiretti/dati Eurobarometro). «L’Italia deve chiedere immediati risarcimenti alle competenti autorità europee per i danni economici subiti ingiustamente dai produttori di frutta e verdura nazionali per il crollo dei consumi provocati dalla diffusione di notizie, poi risultate infondate», ha intanto affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini.

Print Friendly, PDF & Email