Input your search keywords and press Enter.

Barone rampante contro Tav

In digiuno da giorni, ora anche senza liquidi. É la protesta silenziosa di Turi Vaccaro per dire no alla Tav in Val di Susa. Un’azione non violenta che ha permesso di attirare l’attenzione della stampa affinchè raggiungesse il presidio. Il moderno “Barone rampante” è salito su un albero a quasi 30 metri d’altezza. Inutili i tentavi dei vigili del fuoco per distrarlo e farlo scendere, nonostante la situazione ormai precaria. Infatti, nel corso delle manovre per riportare a terra il pacifista, sono stati urtati con violenza i fragili rami dell’albero, rischiando di far cadere Turi. Il cestello giace ora accanto alla cima dell’albero, mentre i rami sono flessi pericolosamente perchè molto secchi. Ma Turi non demorde: chiede di poter parlare ai media, di mettere fine al silenzio sull’intera vicenda legata alla Tav.

Print Friendly, PDF & Email