Bari, un parco nell’ex area Gasometro

Decaro: “un parco in un quartiere privo di spazi verdi serve alla socializzazione e al clima della città”

 

È stato aperto questa mattina il cantiere per realizzare il parco urbano nell’area ex Gasometro, in corso Mazzini nel quartiere Libertà, che sarà intitolato a Maria Maugeri.

Un percorso travagliato, a causa di un lungo lavoro di bonifica dei suoli, che ha consentito di avviare a smaltimento 45mila tonnellate di rifiuti – di cui circa 3.500 contenenti amianto – rispetto alle 32.500 inizialmente previste, di decontaminazione delle acque di falda interessate dall’inquinamento da metalli pesanti e dopo un lungo contenzioso amministrativo tra le ditte partecipanti alla gara per il parco.

Come noto i lavori, finanziati con 2 milioni di euro nell’ambito del “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle Città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia”, prevedono un intervento sostenibile e non invasivo che consentirà da un lato di riqualificare interamente l’area, estesa su una superficie di oltre 15mila mq, dall’altro di completarla con una significativa dotazione di verde e con l’installazione di strutture sportive per il tempo libero e la socializzazione dei cittadini.

Il tema principale del progetto è quello di un parco urbano con forte caratterizzazione naturalistica – elemento predominante il prato verde – che diventi luogo di incontro tra tutte le generazioni.

Si tratta di un intervento strategico nell’ambito del processo di qualificazione del quartiere Libertà, in quanto trasforma un’area incolta, un tempo fortemente inquinata da idrocarburi e metalli pesanti, in un parco urbano pubblico, dotato di attrezzature per il tempo libero all’interno di un sistema verde che crea delle forti valenze ambientali in una zona ad elevata urbanizzazione, storicamente priva di spazi per la socialità.

Nel parco ci saranno ampi spazi verdi, percorsi pedonali per i mezzi leggeri con ruote, un’area ludica per bambini di circa 420 mq, area parkour e area fitness, un’area per cani divisa in due parti a seconda della taglia degli animali. Inoltre è prevista una zona di intrattenimento e di ristoro, un bar, un anfiteatro con fontana a raso, un orto urbano, un’area relax. Previsti infine ingressi automatizzati e telecontrollati dalla polizia urbana e un di irrigazione e recupero delle acque pluviali.

Dei 15.640 mq di superficie totale dell’area oggetto di intervento, ben 7.374 saranno destinati a manto erboso, sul quale saranno messi a dimora 113 nuovi alberi, 2367 arbusti di varie essenze e 1600 tappezzanti, mentre nessuno degli esemplari esistenti sarà rimosso. I lavori dovrebbero durare circa un anno.

«Nel cuore del quartiere Libertà, dove fino al 1968 è stata in funzione l’azienda per la produzione del gas di città, nascerà una grande parco pubblico che abbiamo fortemente voluto intitolare a Maria Maugeri per ricordare le sue battaglie civili e politiche per la salute pubblica e la tutela ambientale – commenta il sindaco Decaro – Da oggi saremo attenti nel monitorare i lavori e nell’assicurarci che non si perda altro tempo in modo da poter consegnare nell’arco di un anno ai residenti un nuovo spazio verde in un quartiere che ne è storicamente privo. Il nuovo parco, che congiungerà corso Mazzini con via Napoli, rientra tra gli interventi di trasformazione del quartiere Libertà finanziati dal Piano periferie, grazie al quale è stata completata la riqualificazione delle piazze Redentore e Disfida di Barletta mentre subito dopo partiranno i cantieri di piazza Enrico de Nicola e corso Mazzini».

Articoli correlati