Bari si prepara per San Nicola

san-nicola

Sabato 7 maggio il corteo storico di san Nicola ritorna ad abbracciare baresi e pellegrini, con un messaggio universale di pace

 

Presentata l’edizione 2022 del Corteo Storico di San Nicola. Ad illustrare il programma della manifestazione il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessora alle Culture e Turismo Ines Pierucci e il direttore artistico Nicola Valenzano, alla presenza dei presidenti dei cinque Municipi cittadini, degli sponsor dell’evento e degli orgniazzatori.

Dopo due anni di attesa, la sera di sabato 7 maggio torna nella versione aperta al pubblico il Corteo Storico di San Nicola, momento culminante delle celebrazioni del Santo Patrono della città, con un messaggio universale che parte dal capoluogo pugliese per raggiungere il mondo intero: “Bari città di San Nicola, Bari città di Pace”.

L’attesa dei baresi sarà ripagata da uno spettacolo, affidato alla regia di Nicola Valenzano, che unirà emozione e devozione con il coinvolgimento di oltre 700 artisti, attori e figuranti, in un cast che prevede la presenza, tra gli altri, di 20 ballerini, un coro di 24 elementi e 8 danzatori a parete.

Interpretando il desiderio espresso dall’arcivescovo della diocesi di Bari-Bitonto e dalla Conferenza Episcopale Pugliese, che auspicano un cauto ritorno alla normalità a seguito della pandemia che ha sconvolto le nostre esistenze e nel rispetto dell’attuale situazione bellica, la parola d’ordine di questa nuova edizione del Corteo Storico sarà “sobrietà”.

Saranno complessivamente nove i “quadri” messi in scena nel corso dell’evento, uno dei quali, “Les Miserables”, sarà dedicato agli ultimi della società, interpretati da ballerini che indosseranno costumi medievali da clochard, prostitute, ubriachi e appestati, in omaggio ai genitori di San Nicola morti di peste.

Lungo il percorso della Caravella saranno presenti scenografie imponenti, come appunto le tre torri dedicate a fede, speranza e carità. Tra gli elementi più spettacolari è previsto uno show olografico sul quale gli organizzatori hanno scelto di osservare il massimo riserbo per garantire l’effetto sorpresa sul pubblico.

Il momento clou della manifestazione verrà raggiunto all’arrivo sul sagrato della Basilica, quando tutti i protagonisti dei “quadri” che hanno sfilato durante il corteo si esibiranno in un’ultima performance, alternandosi ad artisti di calibro nazionale.

La consulenza storica sulla rievocazione è stata affidata a padre Gerardo Cioffari, responsabile del Centro Studi Nicolaiani.

Il programma prevede un’altra grande novità: per la prima volta nella storia il Corteo raggiungerà virtualmente i cinque Municipi di Bari con un’anteprima che si svolgerà da lunedì 2, a venerdì 6 maggio: un prologo dello spettacolo con delegazioni di timpanisti, sbandieratori, attori, banditori e figuranti, che dopo una sfilata, condurranno una riproduzione del quadro del Santo Patrono nei luoghi definiti di concerto con i presidenti dei Municipi.

Di seguito, il riepilogo delle tappe dell’anteprima:

  • lunedì 2 maggio, ore 17.30 – Municipio III – parrocchia San Gabriele
  • martedì 3 maggio, ore 17.30 – Municipio II – parco 2 Giugno
  • mercoledì 4 maggio, ore 17.30 – Municipio IV – sagrato parrocchia Santa Rita
  • giovedì 5 maggio, ore 17.30 – Municipio V – parrocchia San Nicola
  • venerdì 6 maggio, ore 19.30 – Municipio I – molo San Nicola.

  Corteo Storico – Cronoprogramma degli eventi

Venerdì 6 maggio

  • dalle ore 10 alle 13 una delegazione del corteo, formata da banditore, timpanisti e figuranti, percorrerà le strade di Bari vecchia per annunciare le attività del pomeriggio e del Corteo del 7 maggio.
  • dalle ore 18 alle 20 verrà rappresentato l’arrivo delle ossa del Santo: una piccola imbarcazione simulerà l’arrivo delle ossa al molo Sant’Antonio dove sarà accolta da una delegazione di figuranti. Una volta arrivate le ossa del Santo la delegazione dei figuranti, accompagnata dal pubblico presente, percorrerà il tratto del lungomare fino a giungere in piazza Mercantile per poi percorrere strada Palazzo di Città, piazza San Marco e via del Carmine, dove avranno luogo i festeggiamenti con i figuranti.

Sabato 7 maggio

  • dalle ore 10 alle 13 una delegazione del corteo, formata da banditore, timpanisti e figuranti, percorrerà le strade del quadrilatero Murattiano per annunciare il corteo serale.
  • dalle ore 17 alle ore 19 il teatro degli eventi si sposterà a baia San Giorgio, dove si svolgerà la celebrazione religiosa. Al termine, il quadro del Santo sarà imbarcato per giungere al molo San Nicola.
  • alle ore 19.30 circa è previsto l’arrivo del quadro al molo San Nicola, dove ad accoglierlo troverà la stessa delegazione del Corteo presente all’imbarco.
  • alle ore 20.30, con partenza da piazza Federico II di Svevia, avrà inizio il Corteo Storico. La sfilata procederà con scansione a tappe così da garantire e coniugare spettacolarità e tradizione storica. Il percorso avrà inizio da piazza Federico II di Svevia per poi snodarsi lungo via San Francesco D’Assisi, corso Vittorio Emanuele II, lungomare Imperatore Augusto, piazza Urbano II e concludersi dinanzi alla Basilica di San Nicola ove avrà luogo lo spettacolo finale.

Articoli correlati