Bari, ripartono il car e scooter sharing

foto archivio

Pubblicato il bando per la manifestazione d’interesse per chi è interessato ad offrire il servizio

 

Il Comune di Bari ha pubblicato a questo link, l’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse finalizzata all’individuazione di soggetti interessati allo svolgimento dell’attività di car e scooter sharing sul territorio comunale.

C’è tempo fino al 18 giugno per presentare le domande

Il totale dei mezzi ammessi è pari a 500 – 200 per il car sharing e 300 per lo scooter sharing – con un numero massimo di operatori pari a 6.

I soggetti interessati potranno presentare proposte che prevedono una flotta composta da un minimo di 30 autovetture e 50 scooter e che riguardano esclusivamente le attività di car sharing o scooter sharing, o proposte che le prevedano entrambe.

L’offerta di sharing dovrà essere disponibile all’utenza secondo lo schema a flusso libero, con utilizzo secondo la modalità “one way” (ovvero la possibilità di rilasciare il veicolo in un punto diverso da quello di prelievo).

Con riguardo al car sharing, le flotte dovranno essere composte da mezzi:

  • elettrici
  • ibridi
  • a metano
  • a gpl
  • a benzina (euro 6 o succ.)
  • a gasolio (con emissioni non superiori al limite euro 6).

Con riferimento allo scooter sharing, invece, i veicoli dovranno essere esclusivamente elettrici.

Inoltre, al fine di incentivare l’uso dei mezzi in sharing, sono previste le seguenti facilitazioni:

  • sosta gratuita nelle zone ZSR delimitate da strisce blu (car sharing)
  • sosta gratuita nelle aree con sosta a pagamento esterne alla ZSR delimitate da strisce blu (car sharing)
  • sosta gratuita presso l’aeroporto internazionale Karol Wojtyla di Bari in numero limitato di posti auto che potranno essere individuati a seguito di convenzione tra l’amministrazione comunale e la società Aeroporti di Puglia (car sharing).
Palazzo di Città Bari

Dal canto suo l’amministrazione comunale, per promuovere l’opzione del mezzo condiviso, potrà mettere a disposizione degli utenti sconti e agevolazioni a proprio carico.

In particolare i soggetti che proporranno lo sharing di autovetture elettriche potranno istallare, a proprie cura e spese, su suolo pubblico, previo accordo con l’amministrazione circa la localizzazione, colonnine di ricarica ad uso esclusivo delle autovetture in sharing in numero non superiore al 10% del numero di autovetture elettriche della flotta.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire al Comune di Bari, entro le ore 14 del 18 giugno prossimo, a mezzo PEC, all’indirizzo: traffico.comunebari@pec.rupar.puglia.it.

Articoli correlati