Bari, parchi e giardini chiusi fino a Pasquetta

barriera parco carola68da Pixabay
(foto carola68 da Pixabay)

Il divieto valido da venerdì 2 aprile. E per i medici impegnati nelle vaccinazioni a domicilio, sosta gratis su  strisce blu. I dati del contagio e delle vaccinazioni

 Il Comitato Operativo Comunale – COC ha disposto A Bari la chiusura dei parchi e dei giardini recintati della città a partire da domani venerdì 2 aprile, fino a lunedì 5 aprile, al fine di limitare il rischio di assembramenti nelle prossime giornate di festa. La decisione è dovuta all’aumento dei contagi nel capoluogo (oggi 1° aprile su 13.293 test effettuati nella regione, sono stati registrati 2.369 casi positivi, di cui 860 in provincia di Bari, con 19 decessi. Il totale dei casi positivi è di 76.561 nella Provincia di Bari). Non è esclusa una proroga della misura restrittiva se la situazione non accennerà a migliorare.

Sosta gratis sulle strisce blu per medici

Intanto il Comune di Bari ha accolto la richiesta della ASL Ba di agevolare il più possibile i medici di medicina generale coinvolti nella campagna vaccinale anti Covid 19, favorendo le operazioni di vaccinazione a domicilio nelle case dei baresi con la possibilità di parcheggiare gratuitamente l’automobile anche nelle zone coperte da strisce blu.

Si tratta di una misura straordinaria che intende velocizzare e favorire l’attività degli operatori sanitari. I pass, strettamente nominativi, saranno forniti dall’AMTAB sulla base degli elenchi redatti dalla Direzione del Distretto sanitario, avranno validità di sessanta giorni a partire dalla data di rilascio e dovranno essere utilizzati per il tempo strettamente necessario all’operazione di vaccinazione, con l’attestazione da parte del medico di assistere cittadini residenti nelle zone coperte da strisce blu. Con il tagliando esposto, i medici impegnati nelle vaccinazioni domiciliari potranno parcheggiare gratuitamente nelle aree di carico e scarico, nelle aree di sosta dedicate alle farmacie e nelle aree di sosta della ZTL e della ZSR.

Prime dosi per vaccinazioni a domicilio

Proprio oggi sono state consegnate  nell’hub Fiera di Bari le prime dosi di vaccino Moderna ai medici di Medicina generale del distretto unico da utilizzare per soggetti fragili, over 80 a domicilio, disabili gravi, malattie rare ed estremamente vulnerabili. La prima fornitura – 3.298 dosi in tutto il territorio provinciale – è stata assegnata anche ai medici di assistenza primaria di altri distretti della ASL che hanno optato per il proprio studio come sede vaccinale. Le consegne proseguiranno anche domani  fino alla distribuzione totale delle dosi programmate. Ogni medico ha potuto ritirare un proprio kit comprendente le fiale di vaccino disponibili completo di materiale per le somministrazioni, come siringhe di precisione e aghi.

E’ stata inoltre formalizzata la rete territoriale degli HUB vaccinali già attivi e sono state individuate le sedi dedicate ai medici di Medicina generale. Sono state infine concordate le modalità attraverso le quali medici, distretti e Dipartimento di prevenzione collaboreranno per le richieste delle dosi da somministrare e per il reclutamento degli assistiti da vaccinare.

I numeri del contagio

Non accenna a diminuire l’ondata del contagio da COVID-129 che, come confermato dal presidente della regione Michele Emiliano in un’intervista a Sky tg24, è dovuta per il 90% alla variante inglese.

Oggi in Puglia, sono stati registrati 13.293 test e sono stati registrati 2.369 casi positivi, con un indice RT pari al 17,8%: 860 sono i casi in provincia di Bari, 150 in provincia di Brindisi, 131 nella provincia BAT, 562 in provincia di Foggia, 291 in provincia di Lecce, 374 in provincia di Taranto, 5 casi di residenti fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati ed attribuiti. 36 i decessi: 19 in provincia di Bari, 6 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. 48.032 sono i casi attualmente positivi.

Le vaccinazioni: chi, dove e quando

Le dosi di vaccino AstraZeneca, Moderna e Pfizer somministrate oggi in Puglia sono 612.569 (il dato è aggiornato alle 15.30). Ecco intanto quello che accadrà domani e nei prossimi giorni nelle singole province.

Saranno effettuate domani pomeriggio al Policlinico di Bari le vaccinazioni di 12 pazienti di oncoematologia pediatrica tra i 16 e i 18 anni. Sabato mattina saranno invece vaccinati i caregivers di tutti i bambini con patologie onco-ematologiche e dei trapiantati. È in programma l’apertura di 23 ambulatori per assicurare in giornata 600 vaccinazioni.

vaccini a over 80 a Cavallino_1
A Cavallino (LE), vaccinazioni agli over 80

Nella Asl di Brindisi domani, per gli over 80, in calendario 415 vaccinazioni a Bozzano e 160 a San Donaci. Nella Primula del Perrino, sabato 3 aprile, programmate le vaccinazioni per le persone sottoposte a trapianto di fegato.

Comincia domani nella provincia Bat la vaccinazione domiciliare a cura dei medici di medicina generale: nella sola mattinata saranno distribuite 60 dosi. Nella provincia la vaccinazione domiciliare fino ad ora è stata garantita dagli uffici  di igiene del dipartimento di prevenzione che oggi sono stati impegnati nella vaccinazione degli over 80 in particolare presso gli hub di Trani e Bisceglie. L’organizzazione di giornate interamente dedicate agli over 80 ha l’obiettivo di anticipare e completare prima possibile la vaccinazione degli stessi cittadini più anziani.

Le squadre dei vaccinatori della ASL Foggia tra domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo, saranno impegnate a Foggia, Troia, Carapelle, Monte Sant’Angelo, Manfredonia e Candela per la somministrazione delle seconde dosi agli ultraottantenni e delle prime dosi alle persone di età compresa tra 70 e 79 anni e ai caregivers. Da domani parte anche nell’ospedale di San Severo: programmate 35 somministrazioni.

 In Asl Taranto è iniziata oggi la somministrazione del vaccino anti-covid a 63 pazienti trapiantati presso il Padiglione Vinci del SS. Annunziata; la restante parte dei pazienti trapiantati riceverà il vaccino nei prossimi 7 e 8 aprile, già calendarizzati. Per quanto riguarda, invece, la vaccinazione dei pazienti emodializzati, nei prossimi giorni saranno vaccinati gli emodializzati di Massafra ed entro una settimana i pazienti in emodialisi che afferiscono alla rete privata accreditata.
È iniziata stamane, inoltre, la vaccinazione presso la Casa Circondariale di Taranto: hanno ricevuto oggi la prima dose 66 cittadini e, nei prossimi giorni, si proseguirà con gli altri utenti.

 

Articoli correlati