Bari, nuovi lavori pubblici a Catino e Palese

Un cantiere a Catino per il nuovo stadio da rugby e football americano e approvazione del progetto di riqualificazione di piazza Magrini a Palese

 

Proseguono senza sosta i lavori pubblici nel Capoluogo Pugliese mirati a dare una nuova immagine della città, riportandola ad una misura d’uomo, attraverso scelte tecniche e tecnologiche innovative, mirate alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente.

Il campo sportivo a Catino

Questa mattina sono iniziati i lavori per il nuovo campo di rugby e football americano che sorgerà al posto del campo da calcio in via Caravella, mai completato. La struttura, dell’importo totale di 2 milioni di euro, dei quali 998mila finanziati dal Coni attraverso il bando “Sport e Periferie”, è stata concepita come un luogo di aggregazione per tutto il territorio e non solo come un impianto sportivo classicamente inteso, e in tal senso rappresenta un’opportunità preziosa per costruire un dialogo tra due quartieri della città, Catino e Santo Spirito, fisicamente separati dalla ferrovia, che hanno storie e identità diverse.

Nel dettaglio il nuovo impianto prevede, oltre al campo da gioco in erba naturale, una gradinata da 500 posti, tribune coperte da una struttura che diventa portico monumentale, un parcheggio alberato, una palestra per il potenziamento muscolare degli atleti e spogliatoi progettati secondo tutti gli standard individuati dalle due federazioni sportive. Previsti inoltre gli spazi destinati al “terzo tempo”, rituale conviviale delle due discipline, rugby e football americano, che fanno della sportività il loro tratto caratteristico pur essendo connotate da una grande componente fisica durante il gioco in campo. La durata del cantiere è stimata in 365 giorni.

Piazza Magrini a Palese

La giunta, invece, ha approvato il progetto preliminare per la riqualificazione complessiva di piazza Magrini, a Palese, con un intervento di traffic calming e riduzione della velocità a 30 km/h, in corrispondenza dello spazio pubblico, tramite l’innalzamento della pavimentazione stradale alla stessa quota di quella di circolazione dei pedoni.

Si tratta, infatti, di un progetto di pedonalizzazione che consentirà di sistemare anche le aree pedonali e carrabili circostanti in modo tale che i residenti possano vivere appieno la piazza antistante la chiesa san Michele Arcangelo. L’area sarà riqualificata anche grazie a un accordo con la Diocesi, proprietaria di circa un quarto dell’area, attraverso una serie di lavori concordati che rispondono a un disegno architettonico unitario.

Il progetto prevede anche la piantumazione di alberi e cespugli, il montaggio di nuovi arredi urbani e la realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza e di pubblica illuminazione. Da realizzare anche un impianto di smaltimento delle acque meteoriche che convoglierà le acque piovane delle strade e della piazza per recapitarle nell’impianto di trattamento: una volta trattate, le acque saranno in parte accumulate in vasca di accumulo per fini irrigui e, in parte, immesse in falda mediante due pozzi disperdenti da realizzarsi al di sotto della piazza. Il cantiere sarà aperto nel 2022 mentre i lavori costeranno 650mila euro.

Articoli correlati