Bari, a piedi nella città vecchia, si parte a fine gennaio

Bari ZTL città vecchia_planimetria ZTL
La planimetria della città vecchia con le strade verdi e azzurre

Zona a traffico limitato con strade verdi e azzurre. Pubblicata ordinanza con le nuove regole. Dal 30 gennaio attiva la sperimentazione

 

Nuove regole per la Zona a tariffo limitato nella città vecchia a Bari. È stata pubblicata infatti  l’ordinanza che le determina sulla base del recepimento delle modifiche del Codice della strada. I veri obiettivi però sono altri: ridurre la presenza delle auto sulle strade e recuperare spazio per la socialità, ridurre il traffico di attraversamento e attenuare l’effetto barriera del traffico motorizzato rispetto al movimento pedonale e ciclabile. Infine la misura introdotta dall’ordinanza ha il compito di ridurre il rumore, le vibrazioni e l’inquinamento atmosferico, e garantire un ambiente più sicuro per i pedoni e i bambini.

Per raggiungere questi scopi e conseguire gli esiti sperati, è stato necessario apportare alcune variazioni ai criteri di funzionamento della ZTL, per aggiornare e attualizzare il provvedimento alle novità intervenute dall’anno 2007.

Il nuovo provvedimento prevede l’aumento dell’offerta di sosta riservata ai residenti, domiciliati e dimoranti nella Città Vecchia, riducendo di conseguenza il numero di aree a pagamento disponibili per tutta l’utenza, in ingresso alla ZTL attraverso i ganci. In particolare sono assegnate a tutti gli utenti autorizzati le seguenti aree, che assumono la qualità di parcheggi pertinenziali:

  • Piazza San Pietro;
  • Largo San Sabino.

Nuova geografia per la città vecchia

Come conseguenza della modifica del numero dei parcheggi a pagamento interni alla ZTL, si riducono da 4 a 2 i percorsi individuati all’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato sui quali la circolazione è consentita indifferentemente a tutti i conducenti di veicoli, sia dotati sia privi di permesso, esclusivamente nei giorni lavorativi dalle ore 6 alle ore 21, per raggiungere l’area di sosta fuori dalla carreggiata stradale, ubicata nel Piazzale Mons. Michele Mincuzzi;

Si ridefiniscono sette varchi sul perimetro della Zona a Traffico Limitato, di cui cinque (V1, V2, V3, V4 e V5) permettono l’accesso alla Zona a Traffico Limitato e la percorrenza sulle strade azzurre, mentre due (V6 e V7) consentono di accedere alla ZTL transitando sulle aree pedonali esclusivamente per effettuare le operazioni di carico e scarico o per il raggiungimento di passi carrabili in esse presenti.

Sono soppressi i settori, al fine di rendere le varie zone della Città Vecchia osmotiche fra loro, in modo tale da consentire ai residenti di parcheggiare i propri veicoli senza rigide appartenenze ad ambiti territoriali circoscritti.

Sono inoltre individuate le nuove aree pedonali, quali:

  • Largo Albicocca, Strada Albicocca, Largo Maurelli, Vico Maurelli, strada della Torretta, Strada Santa Teresa dei Maschi e strada de’ Gironda;

Le aree pedonali previste non impediscono completamente il traffico veicolare, dal momento che l’area pedonale compresa fra Strada Santa Teresa dei Maschi e Strada de’ Gironda è attraversabile da velocipedi, motocicli e ciclomotori, con senso unico avente direzione di marcia da Strada San Benedetto a Strada Lamberti. Inoltre, Strada Santa Teresa dei Maschi è congiunta alla Strada Incuria e alla Strada Verrone, che sono “strade verdi”, transitabili esclusivamente da velocipedi, motocicli e ciclomotori. Pertanto è garantita la continuità dei percorsi dedicati alle due ruote. Le aree pedonali di largo Albicocca e Strada Albicocca, ai loro capi strada incontrano strade percorribili, quali Strada Bianchi Dottula e la “strada verde” Strada Arco Alto.

Come da delibera di Giunta comunale dello scorso 29 novembre, è istituita la Zona a Traffico Limitato della Città Vecchia di Bari, sull’area interna al perimetro delineato dalle seguenti strade: corso Vittorio Emanuele, P.zza Massari, P.zza Isabella d’Aragona, Corso Senatore Antonio De Tullio, Lungomare Imperatore Augusto e P.zza IV Novembre.

Chi può transitare nelle aree pedonali

Fatti salvi i criteri generali, si riportano le specifiche restrizioni contenute nell’ordinanza, che avranno validità effettiva a partire dal 30 gennaio prossimo:

Sulle AREE PEDONALI il transito è consentito:

Tutti i giorni dalle ore 0,00 alle 24:

  • ai veicoli delle forze di polizia, ambulanze e vigili del fuoco, durante l’espletamento dei servizi di emergenza;
  • ai veicoli al servizio di stazioni di polizia ubicate all’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato;
  • ai veicoli al servizio di persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, dotati dell’apposito contrassegno per disabili (Figura V 4 art. 381 del DPR 30 luglio 2012 , n. 151);
  • ai tutti i veicoli, dotati di apposito permesso, che devono accedere a proprietà laterali idonee alla stazionamento di un veicolo e dotati di passo carrabile in corso di validità;
  • ai velocipedi;
  • ai veicoli ad emissioni zero aventi ingombro e velocità tali da poter essere assimilati ai velocipedi (quali i dispositivi per la micromobilità elettrica come definiti dal Decreto Ministero dei Trasporti – 04/06/2019 – n. 229), laddove segnalato da apposita segnaletica di eccezione o limitazione.
  • I giorni lavorativi dalle ore 9,00 alle ore 11,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00:
  • ai titolari di licenze commerciali o artigianali ed ai fornitori abituali degli esercizi commerciali con sede all’interno della Zona a Traffico Limitato per le sole operazioni di carico e scarico, con veicolo adibito a trasporto merci (senza l’obbligo dell’uso promiscuo) con massa a pieno carico non superiore a 20 t.;
  • ai veicoli dei residenti nelle aree pedonali, non in possesso di posto auto privato, per le operazioni di carico e scarico cose e delle merci personali.

I veicoli ammessi alla circolazione all’interno delle aree pedonali dovranno essere condotti a una velocità non superiore a 10 km/h. L’andatura dovrà essere comunque adeguata al traffico in esse presente e i conducenti daranno sempre la precedenza al passaggio dei pedoni che intercettano la traiettoria dei veicoli da loro guidati.

A chi è consentita la sosta

Sulle AREE PEDONALI la sosta è consentita:

  • tutti i giorni dalle ore 0,00 alle 24
  • ai veicoli al servizio di persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta in possesso dell’apposito tagliando per disabili nelle aree di sosta indicate dall’apposita segnaletica stradale;
  • I giorni lavorativi dalle ore 9 alle 11 e dalle ore 16 alle 18:
  • ai titolari di licenze commerciali o artigianali ed ai fornitori abituali degli esercizi commerciali con sede all’interno della Zona a Traffico Limitato è consentito effettuare le operazioni di carico e scarico con veicolo adibito a trasporto merci (senza l’obbligo dell’uso promiscuo) con massa a pieno carico non superiore a 20 t.;
  • la sosta per i veicoli di cui al punto 8.2.1. potrà avvenire esclusivamente negli stalli di sosta appositamente individuati per le operazioni di carico e scarico e sarà consentita per l’intervallo massimo di 20 minuti con l’obbligo di esposizione del disco orario;
  • ai veicoli dei residenti nelle aree pedonali, non in possesso di posto auto privato, per le operazioni di carico e scarico delle merci personali;
  • la sosta per le operazioni di carico e scarico sarà consentita per l’intervallo massimo di 20 minuti con l’obbligo di esposizione del disco orario.

Le strade azzurre

All’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato sono individuate le seguenti strade e piazze denominate “STRADE AZZURRE”, sulle quali la circolazione e la sosta sono consentite ai soli veicoli muniti di permesso.

Sulle STRADE AZZURRE” il transito è consentito:

  • Tutti i giorni dalle ore 0,00 alle 24:
  • ai veicoli al servizio di persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta dotati dell’apposito tagliando per disabili;

I veicoli ammessi alla circolazione sulle “STRADE AZZURRE” dovranno essere condotti a una velocità non superiore a 20 km/h. L’andatura dovrà essere comunque adeguata al traffico in esse presente e i conducenti daranno sempre la precedenza al passaggio dei pedoni che intercettano la traiettoria dei veicoli da loro guidati.

Sulle “STRADE AZZURRE” la sosta è ovunque vietata ad eccezione:

  • delle aree di sosta pertinenziale predisposte per tutti i veicoli dotati di permesso, appositamente individuate dalla segnaletica stradale orizzontale e dalla segnaletica stradale verticale:

–           l’eccezione è valida tutti i giorni dalle ore 0,00 alle 24.

La sosta è altresì consentita, tutti i giorni permanentemente (0-24), esclusivamente all’interno degli stalli individuati, ai veicoli al servizio di persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, dotati dell’apposito tagliando per disabili.

QUI  l’elenco delle strade azzurre

Le strade verdi

All’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato sono individuate le seguenti strade e piazze denominate “STRADE VERDI”, sulle quali la circolazione è consentita esclusivamente ai ciclomotori, motocicli e velocipedi. La sosta è sempre vietata (vedi tabella allegata).

Sulle “STRADE VERDI”:

  • il transito è consentito ai velocipedi, ciclomotori e motocicli;
  • la sosta è ovunque vietata, tutti i giorni permanentemente (0-24).
  • I veicoli ammessi alla circolazione sulle “STRADE VERDI” dovranno essere condotti a una velocità non superiore a 20 km/h. L’andatura dovrà essere comunque adeguata al traffico in esse presente e i conducenti daranno sempre la precedenza al passaggio dei pedoni che intercettano la traiettoria dei veicoli da loro guidati.

All’interno della Zona a Traffico Limitato, sono consentite le operazioni di carico e scarico:

  • nei giorni lavorativi dalle ore 9 alle 11 e dalle ore 16 alle 18
  • ai titolari di licenze commerciali o artigianali ed ai fornitori abituali degli esercizi commerciali con sede all’interno della Zona a Traffico Limitato è consentito effettuare le operazioni di carico e scarico con veicolo adibito a trasporto merci (senza l’obbligo dell’uso promiscuo) con massa a pieno carico non superiore a 20 t..

La sosta potrà avvenire esclusivamente negli stalli di sosta appositamente individuati per le operazioni di carico e scarico e sarà consentita per l’intervallo massimo di 20 minuti con l’obbligo di esposizione del disco orario.

Sette varchi

Sul perimetro della Zona a Traffico Limitato, sono istituiti e individuati sette varchi, di cui cinque (V1, V2, V3, V4 e V5) permettono l’accesso alla Zona a Traffico Limitato e la percorrenza sulle strade azzurre, condizionato dalle regole stabilite dalla presente ordinanza, e due (V6 e V7) dai quali è possibile accedere alla ZTL transitando sulle aree pedonali esclusivamente per effettuare le sole operazioni di carico e scarico cose o per il raggiungimento di passi carrabili in esse presenti.

Di seguito la posizione dei varchi:

V1 – Strada Porto Nuovo, all’intersezione con Corso Antonio De Tullio;

V2 – Via Ruggiero il Normanno, all’intersezione con Corso Antonio De Tullio;

V3 – Piazza Federico II di Svevia, all’intersezione con Piazza Giuseppe Massari;

V4 – Via Benedetto Petrone, all’intersezione con Corso Vittorio Emanuele II;

V5 – Strada San Benedetto, all’intersezione con Corso Vittorio Emanuele II;

V6 – Via Michele Genovese, all’intersezione con lungomare Imperatore Augusto;

V7 – Arco Largo Urbano II, all’intersezione con lungomare Imperatore Augusto.

I “ganci”

Per il raggiungimento delle aree interne di parcheggio a pagamento sono istituiti i seguenti percorsi, o ganci, individuati all’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato:

Gancio n. 1:

  • Varco di accesso n. 1: Via Ruggiero il Normanno, all’intersezione con il Corso Antonio De Tullio (varco V2)
  • Percorso interno: Via Ruggiero il Normanno, Piazza Federico II di Svevia
  • Varco di uscita: Piazza Federico II di Svevia, all’intersezione con il Corso Antonio De Tullio.

Gancio n. 2

  • Varco di accesso n. 3: Piazza Federico II di Svevia, all’intersezione con Piazza Giuseppe Massari (varco V3)
  • Percorso interno: Piazza Federico II di Svevia
  • Varco di uscita: Piazza Federico II di Svevia, all’intersezione con Corso Senatore Antonio De Tullio;

Sui ganci la circolazione è consentita a tutti i veicoli, sia dotati sia privi di permesso, nei giorni lavorativi dalle ore 6 alle 21;

Sui ganci la circolazione è consentita a tutti i veicoli dotati di permesso, secondo le seguenti validità:

  • nei giorni lavorativi dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo;
  • nei giorni festivi, permanentemente (0-24).

Sui ganci la circolazione è consentita ai veicoli al servizio di persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta in possesso dell’apposito tagliando per disabili, tutti i giorni permanentemente (0-24).

I veicoli ammessi alla circolazione sui ganci dovranno essere condotti a una velocità non superiore a 20 km/h. L’andatura dovrà essere comunque adeguata al traffico in esse presente e i conducenti daranno sempre la precedenza al passaggio dei pedoni che intercettano la traiettoria dei veicoli da loro guidati.

Sui ganci individuati all’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato, per il raggiungimento delle aree interne di parcheggio a pagamento, la sosta è vietata tutti i giorni, permanentemente (0-24).

Le aree di sosta

All’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato è individuata e istituita l’area di sosta sul piazzale Monsignor Michele Mincuzzi.

Qui la sosta è consentita a pagamento, con tariffazione oraria, a tutti i veicoli, nei giorni lavorativi dalle ore 7 alle 20, con la seguente tariffazione:

  • con tariffa oraria di € 1,00, e riscossione mediante dispositivi di controllo della durata della sosta, per tutti i veicoli non in possesso dell’apposito permesso.
  • gratuita, per tutti i veicoli in possesso dell’apposito permesso:
  • nei giorni lavorativi dalle ore 7 alle 20 (quando è attivo il parcheggio a pagamento per tutti i veicoli)
  • nei giorni lavorativi dalle ore 20 alle 7del giorno successivo;
  • nei giorni festivi permanentemente (0-24).

All’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato, e lungo le strade che circumnavigano la Zona a Traffico Limitato sono individuate le ulteriori aree di sosta di seguito indicate:

  • Lungomare Imperatore Augusto (lato terra) – pertinenziale
  • Lungomare Imperatore Augusto (lato mare) nel tratto stradale compreso tra il Fortino e Santa Scolastica – a pagamento e pertinenziale
  • Corso Senatore De Tullio (lato terra) nel tratto stradale compreso tra piazzale Mons. Michele Mincuzzi e Strada Porto nuovo – pertinenziale
  • Piazza San Pietro – pertinenziale
  • Largo San Sabino – pertinenziale.

Sensi unici, ecco dove

All’interno del perimetro della Zona a Traffico Limitato sono istituiti i seguenti sensi unici di marcia:

  • Corte Lamberti – senso di marcia da strada Lamberti a largo San Sabino
  • Largo San Sabino – senso di marcia antiorario
  • Piazza Federico II di Svevia – senso di marcia da p.zza Massari al corso Senatore De Tullio
  • Piazza Federico II di Svevia (strada azzurra) – senso di marcia antiorario attorno all’isola sopraelevata
  • Piazza San Pietro – senso di marcia antiorario
  • Santa Teresa delle Donne – senso di marcia da piazza San Pietro e via Pier l’Eremita
  • Strada Attolini – senso di marcia da piazza Federico II di Svevia a strada Bianchi Dottula
  • Strada Bianchi Dottula – senso di marcia da strada Attolini a strada Boccapianola
  • Strada de’ Gironda – senso di marcia da strada San Benedetto a strada Santa Teresa dei Maschi (solo per i veicoli esclusi dalle limitazioni al transito previste dall’area pedonale)
  • Strada dei Dottula (tronco compreso tra il civ. 10 e strada Bianchi Dottula) – senso di marcia da strada Bianchi Dottula a via Ronchi
  • Strada Lamberti – senso di marcia da via Incuria a Largo Maurelli
  • Strada Palazzo dell’intendenza – senso di marcia da via Corridoni a via Boemondo
  • Strada Sagges – senso di marcia da largo Maurelli a Corte Colagualano
  • Strada San Bartolomeo – senso di marcia da Largo Chiurlia a vico San Benedetto
  • Strada San Benedetto (tratto compreso tra corso Vittorio Emanuele II e strada de’Gironda – senso di marcia da Corso Vittorio Emanuele II a strada de’ Gironda
  • Strada San Benedetto (tratto compreso tra il civico 36 e vico San Benedetto) – senso di marcia da strada San Benedetto a vico San Benedetto
  • Strada Santa Chiara – senso di marcia da via Pier l’Eremita a via Ruggiero il Normanno
  • Strada Santa Maria del Buon Consiglio (tratto compreso tra strada Santa Scolastica e piazza San Pietro) – senso di marcia da strada Santa Scolastica a piazza San Pietro)
  • Strada Santa Scolastica – senso di marcia da Piazza San Pietro e Strada Martinez
  • Strada Santa Teresa dei Maschi – senso di marcia da strada de’ Gironda a strada Lamberti (solo per i veicoli esclusi dalle limitazioni al transito previste dall’area pedonale)
  • Strada Tresca Vecchia (da strada palazzo dell’Intendenza a via Corridoni)
  • Via Boemondo – senso di marcia strada Palazzo dell’intendenza a Piazza Federico II di Svevia
  • Via Jacopo Calò Carducci – senso di marcia da strada San Sabino a strada Lamberti
  • Via Pier l’Eremita – senso di marcia da strada Santa Teresa delle Donne a strada Santa Chiara
  • Via Roberto il Guiscardo – senso di marcia da via Corridoni a vico San Benedetto
  • Via Ronchi – senso di marcia da strada dei Dottula a Largo San Sabino
  • Via Ruggiero il Normanno – senso di marcia da corso Senatore De Tullio a piazza Federico II di Svevia
  • Vico San Benedetto – senso di marcia da via San Benedetto a strada Vallisa.

Le regole per le auto elettriche e ibride

L‘accesso e la circolazione dei veicoli a propulsione elettrica o ibrida nell’ambito della Zona a Traffico Limitato è consentito ai sensi dell’art.7, comma 9 e 9bis del D.Lgs.285/1992 e ss.mm.ii., e secondo le seguenti limitazioni:

  • l’accesso è condizionato dalla detenzione dell’autorizzazione all’accesso alla ZTL.
  • per accedere all’interno della ZTL potranno utilizzare i varchi V1, V2; V3, V4 e V5;
  • potranno percorrere esclusivamente le c.d. “strade azzurre”;
  • non potranno sostare all’interno della ZTL.

 

L’ordinanza dirigenziale andrà in vigore con l’installazione della relativa segnaletica stradale.

 

Articoli correlati