Input your search keywords and press Enter.

Banca etica, un mese per conoscerla

Dal 15 ottobre al 15 novembre 2016 i soci e le socie di Banca Etica promuovono il Mese della Finanza Etica: 100 iniziative in tutta Italia per raccontare che la finanza etica funziona e vuole crescere ancora di più con il rafforzamento del capitale sociale

Educazione critica alla finanza, teatro civile, dibattiti: sono tantissime le opportunità per conoscere una banca che si muove su binari diversi dai solito, come Banca Etica. Il programma completo degli appuntamenti si può consultare sul sito http://www.bancaetica.it/mesefinanzaetica .L’hashtag  #scelgobancaetica raccoglierà sul web le testimonianze e le opinioni di clienti, soci e socie, lavoratori e lavoratrici di Banca Etica.  

bancaetica

Banca Etica ha promosso il mese della Finanza etica (fino al 15 novembre) con l’obiettivo di sensibilizzare sull’importanza di una finanza al servizio dell’economia reale e sostenibile

L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare sull’importanza di una finanza al servizio dell’economia reale e sostenibile e promuovere l’adesione a Banca Etica tramite la sottoscrizione di capitale sociale. «Banca Etica è nata nel 1999 da una grande mobilitazione popolare di migliaia di persone e organizzazioni della società civile. Anche oggi il rafforzamento del capitale sociale è la linfa che permette a Banca Etica di crescere e di fare sempre di più per sostenere in Italia l’affermarsi di un’economia pulita, civile e solidale. Ogni euro di capitale sociale in più ci permette di erogare 15 euro di finanziamenti a famiglie e imprese sociali. Nessun gruppo di potere può controllare Banca Etica perché puntiamo sull’azionariato diffuso come garanzia di democraticità e pluralismo. Chiunque creda in questi valori può diventare socio o socia di Banca Etica, anche con un piccolo investimento. Più siamo, più andremo avanti  nella sfida per la costruzione di un modello alternativo  alla finanza che specula e genera disuguaglianze», dice Ugo Biggeri, presidente di Banca popolare Etica.

Cosa fa Banca Etica – Da 17 anni Banca Etica fa crescere insieme risparmio, economia e solidarietà. Banca Etica non finanzia chi produce armi, non fa speculazioni con prodotti finanziari opachi e complessi, rifiuta i paradisi fiscali e chi li utilizza, non elargisce maxibonus ai propri manager,  si impegna per essere trasparente e leale verso i clienti. Raccoglie e fa crescere il risparmio di organizzazioni, famiglie e imprese impiegandolo nel finanziamento di progetti utili per tutti: tutela dell’ambiente; risparmio energetico; promozione della cultura e dello sport; innovazione e cooperazione sociale e internazionale. Per ogni richiesta di finanziamento, Banca Etica effettua una doppia valutazione: quella standard sulla sostenibilità economica del progetto e quella sull’impatto socio-ambientale. E in Italia è ancora l’unica banca a pubblicare online i finanziamenti erogati, una forma di trasparenza che permette ai clienti di conoscere come la banca impiega i loro risparmi.

I numeri di Banca Etica – A giugno 2016 banca Etica ha chiuso la semestrale con un utile che sfiora i 4 milioni e mezzo di euro. In crescita anche la raccolta di risparmio e i finanziamenti a famiglie e imprese mentre il tasso di sofferenze continua a restare molto contenuto. Ecco nel dettaglio i numeri della semestrale di Banca Etica:

  •      Utile – euro 4.490.421 (rispetto ai 974.000 euro del 30/06/2015)
  •      Raccolta diretta – € 1.132.289.899 (+5,80% rispetto al 31/12/2015)
  •      Raccolta indiretta tramite fondi di Etica Sgr – € 471.630.000 (+7,90% rispetto al 31/12/2015)
  •      Impieghi lordi – € 705.380.000 (+3,4% rispetto al 31/12/2015; confronto a una media del sistema bancario italiano che si ferma a un +0,06%)
  •      Capitale sociale: € 55.718.355 (+2,5% rispetto al 31/12/2015)
  •      CET1 – 12,35%
  •      Clienti – 50.542

 Offerta pubblica di azioni – Il mese della finanza etica sostiene l’Offerta pubblica di azioni di Banca popolare Etica, attiva in Italia e in Spagna.  Le azioni di Banca Etica sono offerte al pubblico al prezzo unitario di 57,50 euro, corrispondente al valore nominale di 52,50 euro, maggiorato di un sovrapprezzo di 5,00 euro. Per chi non è già socio, iI lotto minimo di adesione è di 5 azioni. Da quest’anno c’è anche la “bonus share”: le persone o le organizzazioni che acquistano 20 azioni ne ricevono 21.  Il Prospetto informativo è disponibile sul sito www.bancaetica.it  e, in formato cartaceo, presso la sede centrale di Padova, le Filiali e gli uffici dei Banchieri Ambulanti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *