Input your search keywords and press Enter.

Autostrada intelligente, mobilità più sostenibile

autostrada intelligente

Gli ultimi anni si caratterizzano con novità sempre più interessanti nel campo della sostenibilità ambientale: è il caso delle autostrade intelligenti. Gli ultimi esempi da Norvegia e Olanda.

Il 2018 svela delle nuove, nuovissime prospettive nel mondo della mobilità sostenibile.
In questo caso – anzi, in questi casi – tuttavia, lo sguardo volge non al mezzo di trasporto, dalle auto elettriche o ibride fino ai mezzi pubblici alimentati da fonti di energia alternative, bensì al manto stradale ed alla sua illuminazione.
Al punto di poter parlare di autostrada intelligente.

Autostrada – Illuminazione intelligente: qui Norvegia.

autostrada

Pali della luce installati sull’autostrada 155 in Norvegia

La prima curiosità che permette di parlare di autostrada intelligente arriva dalla Scandinavia.
Test sperimentali condotti un po’ fuori dalla capitale Oslo – più precisamente sul tratto dell’autostrada 155 che collega Nes e Hole – hanno alzato il sipario sull’installazione di 220 radar posizionati sui pali della luce lungo il tragitto che rilevano il passaggio di autoveicoli, bici, motocicli ed anche i pedoni.
Tale riscontro regola la quantità di luce emessa dai pali (rigorosamente al LED): massima quando passa un mezzo o un essere vivente, più fioca – soltanto il 20% della sua prestazione – se non vi transita nessuno.
La naturale conseguenza è un’ancora più forte riduzione delle emissioni di CO2, tanto che si stima possano essere risparmiati circa ottomila Kwh in un mese.
Non si parla di costi, ma ciò che rende la Norvegia e la Scandinavia un passo avanti dal punto di vista ambientale è la grande lungimiranza, ed anche un investimento più o meno ingente viene valutato sulla duplice strada dell’interesse dell’ambiente (per un verso) e del ritorno economico (dall’altro), se è vero che gli esperti parlano di un rientro dalle spese nel giro di 4, massimo 5 anni.

LEGGI ANCHE: M’illumino di Smart Solar Street Lights

Autostrada – Luce dall’asfalto: qui Olanda.

autostrada

Il designer Daan Roosegaarde e l’ing. Hans Goris

Altro innovativo esempio di autostrada intelligente – a dire il vero non recentissimo, poiché è qualche anno che se ne parla – proviene dall’Olanda; dal Paese dei tulipani “emergono” Daan Roosegaarde e Hans Goris, designer il primo ed ingegnere il secondo.
L’eccezionale notizia è che l’origine dell’illuminazione non avviene dai canonici lampioni, seppur alimentati da fonti rinnovabili. È la strada stessa che genera luce.

autostrada intelligente

Su alcuni tratti di autostrada olandesi il manto stradale si ricarica durante il giorno e restituisce luce nelle ore notturne

L’asfalto viene dipinto da un manto luminescente: si ricarica durante il giorno e immagazzina la luce da irradiare nelle ore notturne, di un tenue color verde che non disturba il pilota.
Non solo.
Anche la segnaletica “subisce” lo stesso trattamento, indicando il percorso quando cala il buio.
E se tutto questo non è di per sé curioso e per certi versi stravolgente, i due ricercatori olandesi si sono spinti al punto tale che l’autostrada è intelligente al punto di mostrare dei grandi fiocchi di neve lungo il tracciato. Messaggio in codice chiaro: bassa temperatura, asfalto scivoloso, prestare maggiore attenzione.
In un mondo che fa passi da gigante verso un’ottica più smart, l’autostrada… intelligente si inserisce perfettamente in questo contesto.
Merito dell’essere umano, in grado di avere idee davvero… intelligenti.
E che non restano solo idee.
https://www.youtube.com/watch?v=6-1rKsWOgLo

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *