Input your search keywords and press Enter.

Auto solo elettriche in Olanda

Niente più auto con motori endotermici, cioè alimentati da combustibili fossili. In Olanda, la Tweede Kamer, la Camera Bassa, ha approvato una mozione del Partij van de Arbeid, Partito del Lavoro, principale partito politico di centro-sinistra del Paese, con l’appoggio del GroenLinks, partito dei verdi e dei partiti ChristenUnie, SP e Kuzu/Ozturk.

L’ipotesi è di bandire, dal 2025, i veicoli a benzina e diesel e le vetture ibride con motore elettrico ricaricabile dalla rete elettrica, in circolazione nel Paese dei mulini a vento, siano sostituiti da automezzi elettrici alimentati con motori Fuel Cell. L’energia elettrica è prodotta dalle PEMFC, acronimo di Proton Exchange Membrane Fuel Cell, che combinano l’idrogeno puro immagazzinato allo stato liquido o gassoso, con l’ossigeno presente nell’aria.

La norma non è stata ancora approvata in maniera definitiva in Parlamento. Contrari il partito di maggioranza, il popolare Volkspartij voor Vrijheid en Democratie (VVD) e alcuni membri dello stesso Partito del Lavoro.

Se, invece, il Parlamento approverà la direttiva, tra dieci anni in Olanda non sarà più possibile vendere e circolare con auto con il motore alimentato da combustibili fossili.

Scettico il ministro degli affari economici Henk Kamp che ha definito il piano “troppo ambizioso e irrealistico” evidenziando che entro la data prefissata del 2025, al massimo si riuscirà a sostituire solo il 15% dei veicoli in circolazione con quelli elettrici o a idrogeno.

L’Olanda ha quasi del tutto abbandonato la propria produzione di petrolio perché non conviene più sotto il profilo economico, invece, al momento, lo stesso governo pubblica sul proprio sito quanto il Paese sia dipendente dall’approvvigionamento dall’estero.

L’iniziativa ecologica del governo Orange non è del tutto nuova, infatti, già nel 2013 questo aveva sottoscritto un accordo con una quarantina di organizzazioni indipendenti per promuovere progetti come l’isolamento termico degli edifici, la riduzione della CO2 o le “strade solari”, con base di asfalto coperta con lastre di vetro che, a loro volta, contengono particelle per assorbire la luce solare e trasformarla in energia.

Soprattutto, nel dicembre scorso, l’Olanda ha formato la Zero-Emission Vehicle Alliance, insieme con Germania, Norvegia e Regno Unito, in Europa e British Columbia, California, Connecticut, Maryland, Massachusetts, New York, Oregon, Rhode Island, Québec e Vermont, negli Stati Uniti: obiettivo dell’associazione ottenere, entro il 2050, un mercato automobilistico di soli veicoli eco-compatibili.

Per incoraggiare l’acquisto di veicoli a zero emissioni e piani di sviluppo e investimento per infrastrutture “eco”, il governo ha messo sulla bilancia incentivi fiscali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *