Arriva il Caldo intenso…

Dal 1° giugno una perturbazione africana farà salire le temperature

 

Dal 1° giugno torna il Caldo, quello con la “c” maiuscola. Prepariamoci ad un’estate bollente. Le previsioni parlano chiaro: è in arrivo una perturbazione di origine africana che investirà i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, facendo salire le temperature e l’afa. I 30°C sono assicurati.

Secondo il sito web e app meteo&radar, “il nostro Paese verrà investito appieno dalle masse d’aria calde africane, con tempo soleggiato estivo da mercoledì primo giugno fino a domenica 5.”.

Temperature previste in Italia

“La colonnina di mercurio è attesa in sensibile rialzo su tutto il Paese. Mercoledì 1 i valori massimi potranno già toccare la soglia dei 33/35°C sulle isole maggiori, 30/33°C su entroterra di Toscana, Lazio, Umbria, Campania, Puglia e Basilicata.

Giovedì 2 e venerdì 3 saranno due giornate molto calde, con valori massimi fino a 35/37°C su isole maggiori, Toscana, Lazio, Puglia e Basilicata. Rialzo termico anche al nord, con valori fino a 30/33°C sulla Pianura Padana.”.

I picchi previsti

“L’ennesimo affossamento di una struttura perturbata sull’Atlantico portoghese porterà nei prossimi giorni, come risposta, una potente avvezione di aria calda nord africana, che investirà soprattutto la penisola italiana.

Le regioni più interessate saranno quelle centro meridionali, a partire da giovedì, con caldo via via sempre più intenso e temperature che supereranno i +35°C. PugliaSardegna e Sicilia potranno registrare localmente valori attorno ai +37°C.

Secondo i principali modelli fisico-matematici si supererà ancora una volta la soglia dei +20°C alla quota di riferimento di 1500m, valore già di per sé anomalo in piena estate. Siamo solamente a maggio e questo valore, che segna il limite superiore per considerare un’ondata di calore molto intensa, verrà superato per bene 2 volte.

Farà molto caldo anche al nord Italia ma con l’instabilità che non mollerà la presa sulle Alpi a causa della vicinanza del flusso perturbato che scorrerà sull’Europa centrale.”.

Mare o montagna

Il mare del Gargano

Dunque, secondo il sito di notizie meteorologiche, non ci sarà scampo: farà caldo, molto caldo, dobbiamo accertarlo e farcene una ragione. Dobbiamo perciò aspettarci un aumento di richiesta di corrente elettrica per i condizionatori d’aria e, contemporaneamente, dovremo continuare a pensare al Pianeta e continuare a fare le giuste scelte sostenibili ed ecologiche. E questo sarà molto più faticoso.

Ma per avere un po’ refrigerio, tutti dovranno necessariamente fare una scelta: trasferirsi al mare, per restare a mollo in acqua, o in montagna, a quote molto elevate, tra alberi e aria fresca. Solo in questo modo si potrà superare, forse indenne, questa ondata di caldo. Che non sarà l’unica. Buona estate!

Articoli correlati