Input your search keywords and press Enter.

ARPA Campania: ex Isochimica urge bonifica

«I dati dell’Arpac successivi alle analisi effettuate all’ex Isochimica di Avellino confermano la necessità di intervenire urgentemente per la messa in sicurezza e la bonifica di quel luogo che versa ancora nello stato fatiscente in cui lo abbiamo trovato nel corso dei nostri sopralluoghi e rappresenta una vergogna italiana».

Così il presidente della Commissione Bonifiche della Regione Campania, Antonio Amato, ha commentato i risultati – resi pubblici quest’oggi – dei campionamenti realizzati nella ex Isochimica di Avellino. Il sito, infatti, presenta tutt’oggi sulle aree esterne ai capannoni residui di amianto.

«La nota dell’onorevole Antonio Amato – dichiara l’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Associazione Osservatorio Nazionale Amianto e legale dei lavoratori malati e delle famiglie di quelli deceduti in seguito all’esposizione ad amianto – conferma il fondamento di quanto segnalato dall’ONA stessa e della necessità di un sequestro dell’area, ai fini di accertamenti di rilevanza penale e dell’incidente probatorio che sarà richiesto agli inizi di settembre, per avviare la successiva bonifica che – auspica  Bonanni – sia effettuata nei termini più brevi».

Ritardi purtroppo dovuti, sostiene Amato sul versante della bonifica, «all’espletamento delle analisi, a causa di questioni tecniche e difficoltà burocratiche. Per questo – conclude il presidente della Commissione regionale – interesseremo ancora l’assessorato regionale e abbiamo inviato copia della documentazione ricevuta al Prefetto di Avellino».

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *