Input your search keywords and press Enter.

ARIF, cinque anni di successi 

 

«Considerata la mia volontà di tornare a fare politica, già da tempo avevo manifestato l’intenzione di lasciare la direzione dell’Agenzia, sia al Presidente della Regione Puglia, che all’Assessore all’Agricoltura. Oggi ricordo ancora quando Vendola mi affidò l’incarico, dicendomi che sarebbe stata una bella rogna, ed infatti, da subito mi sono misurato con le difficoltà di un’Agenzia, che per statuto deve svolgere compiti pratici ed operativi ma si scontra, quotidianamente con la lentezza della macchina amministrativa pubblica». La conferenza stampa di fine mandato di Giuseppe Maria Taurino (nella foto), direttore generale di ARIF (Agenzia Regionale pugliese per le attività Irrigue e Forestali), ultima Agenzia regionale pugliese ad essere commissariata, si apre con una lunga lista di ringraziamenti: al personale, agli uffici amministrativi, ai dirigenti, ai sindacati e a tutte quelle realtà con cui l’ARIF ha avviato, sin dall’inizio proficue collaborazioni.

A partire dal 2010, la sfida è stata raccolta e portata avanti con successo e il direttore Generale ha raccontato i successi dell’Agenzia che, grazie ad un’attenta attività di programmazione e all’impegno e al lavoro di tutti, ha raggiunto risultati ed obiettivi inaspettati: come la diminuzione degli incendi boschivi in Puglia, regione che in precedenza deteneva il primato negativo, grazie anche alla stretta collaborazione con la Protezione civile e con tutti gli enti preposti alle attività antincendio, ma anche grazie al monitoraggio continuo che gli operai ARIF effettuano costantemente. Da sottolineare anche l’importanza delle convenzioni chiuse con l’Università per i piani di Assestamento Forestale (in pratica i piani regolatori di boschi e foreste).

Al bilancio delle attività svolte durante tutti questi anni, si aggiunge l’utilizzo dei fondi comunitari, complessivamente 22 milioni di euro circa, azione importante per l’Agenzia, che ha stabilito partenariati e realizzato progetti, che hanno migliorato l’aspetto paesaggistico, la sicurezza di parchi e delle aree verdi e la gestione del sistema di irrigazione agricola, che oggi rifornisce circa 10.000 aziende agricole e zootecniche.

«Ogni realtà è perfettibile – ha dichiarato Taurino – e questo vale anche per l’ARIF che ha realizzato molti successi ma che presenta sicuramente delle criticità, tutte cose che trasferirò al nuovo commissario, a cui faccio gli auguri di buon lavoro con la convinzione che sia sempre più necessaria una classe dirigente più attenta e personale amministrativo sempre più preparato».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *