Input your search keywords and press Enter.

Archiprix Italia 2010: giovani talenti italiani in mostra dal 3 al 17 febbraio

Le eccellenze dell’architettura e dell’urbanistica si mettono in mostra. Le migliori tesi di laurea in questi due ambiti, discusse nelle università italiane e partecipanti al Premio nazionale biennale “Archiprix Italia 2010”, infatti, faranno bella mostra di se in un apposito spazio espositivo al Politecnico di Bari dal 3 al 17 febbraio. L’esposizione dei lavori è prevista nella Sala Ingresso Aule di Ingegneria (primo piano).

L’iniziativa è organizzata dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, in collaborazione conla Prima Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, con il patrocinio dell’Assessore al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, Ordine degli Ingegneri, ARIAP e Politecnico di Bari.

In totale saranno esposti 34 lavori, ognuno dei quali suddiviso in tre tavole (100cm per 70cm). Esse appartengono ai finalisti delle 4 sezioni previste dal concorso: architettura (10), urbanistica e paesaggio (10); restauro (10) e progetti speciali (4), dedicati ad aree interessate da eventi sismici e alluvionali. Ai vincitori di ogni sezione è stato attribuito un premio di 2000 euro, mentre ai secondi e terzi classificati, 1000 euro.

Il Politecnico, a questo proposito, ha selezionato e proposto alla commissione il lavoro di laurea di un suo laureando: Lucio Riccobono. E’ una scelta che si è dimostrata vincente. Riccobono, infatti, è stato proclamato vincitore della sezione “Urbanistica e Paesaggio” con la tesi “Bari, il Nodo ferroviario e l’area dell’ex Caserma Rossani. Riqualificare per il Futuro, tra Storia, Memoria e Progetto” (relatori Cucciola e Selicato).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *