Input your search keywords and press Enter.

Api, “Un mondo in pericolo” raccontato da Imhoof

Arriva sugli schermi italiani Un mondo in pericolo di Markus Imhoof (foto), regista candidato all’Oscar nel 1982 con La barca è piena. La pellicola sarà proiettata in anteprima oggi, 12 settembre, a Roma (Politecnico Fandango) e a Milano (MIC- Cineteca), nell’ambito del Festival della Biodiversità.

Il documentario è un appassionante viaggio cinematografico nel microcosmo delle api, importanti risorse economiche della natura e insetti sociali di rilievo per tutto l’ecosistema. Le immagini documentano lo spopolamento degli alveari: un fenomeno che, negli ultimi quindici anni, si è manifestato in diverse parti del mondo e le cui cause non sono ancora state stabilite. L’utilizzo di pesticidi e la crescente diffusione di onde elettromagnetiche dei cellulari sono solo alcuni dei fattori di questa moria, che implica conseguenze devastanti per l’intero ecosistema. L’80% delle specie delle piante ha infatti bisogno delle api per essere impollinato, pena l’esistenza di frutta e verdura.

Attraverso tecnologie di ripresa avanzate (quali palloni sonda e piccoli elicotteri telecomandati), il regista porta lo spettatore all’interno degli alveari e indirizza il suo sguardo verso il cielo per l’accoppiamento di un’ape regina in volo.

Protagoniste dell’opera sono le storie di apicoltori provenienti da diverse parti del mondo (dagli Stati Uniti alla Cina, dalla Svizzera all’Australia), attraverso le quali Imhoof racconta l’intelligenza fenomenale delle api e la loro coesistenza sociale.

Un mondo in pericolo, titolo originale More than Honey, ha vinto numerosi premi: Miglior documentario al German Film Award, Miglior Documentario al Santa Barbara International Film Festival, Miglior documentario al San Francisco Green Film Festival, Miglior documentario al Swiss Film Award, Premio Parco Nazionale Gran Paradiso 2013, Miglior documentario Zurich Film Award 2012.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *