Input your search keywords and press Enter.

Anzio, TAR Lazio: «Spiagge aperte ai cani»

«Sulle spiagge del territorio del comune di Anzio è fatto divieto di condurre o far permanere qualsiasi animale, anche munito di museruola o guinzaglio». Così recita l’Ordinanza balneare della Città di Anzio (RM) firmata dal primo cittadino lo scorso 6 maggio.

«L’articolo 10 della Deliberazione della Giunta Regionale 18 dicembre 2006 prevede invece che siano individuati dei tratti di spiaggia dove è possibile recarsi con un animale da compagnia» osservano gli attivisti EARTH, associazione che difende i diritti degli animali e dell’ambiente. Dunque, «non è accettabile che si vieti in toto di recarsi sulla spiaggia col proprio cane».

EARTH ha impugnato l’ ordinanza al TAR Lazio che si è così pronunciato: «Rilevato che il Comune intimato non risulta aver ottemperato a quanto disposto dalla richiamata disposizione, dispone che il Comune di Anzio avvii, nel più breve tempo possibile, il procedimento volto a dare applicazione alla richiamata disposizione regionale».

«Il nostro legale ha già provveduto ad inviare nota al comune per chiedere di ottemperare a quanto disposto dal Tar – dichiara la presidente EARTH Valentina Coppola – Purtroppo siamo a fine stagione balneare, ma la nostra azione varrà per il prossimo anno ed è servita a dare voce a tutti quei proprietari di cani che, civilmente, desiderano condividere le ferie col proprio migliore amico».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *