Input your search keywords and press Enter.

Ancora perplessità sulla Strategia Energetica italiana: la denuncia della Confapi BariBat

 

La Confapi BariBat, che rappresenta sul territorio la piccola e media industria, esprime le sue perplessità sulle logiche economico-strategiche programmate nella Strategia Energetica Nazionale recentemente approvata dal Governo.

La mancanza nella SEN di valutazioni di carattere territoriale, ambientale ed economico (già riscontrata da diverse associazioni ambientaliste) si concretizza stavolta, secondo il presidente della Confapi BariBat – Energia Giuseppe Bratta (nella foto), «nella volontà di rendere l’Italia un hub del gas con lo sviluppo della ricerca di petrolio sul territorio nazionale. Ciò comporta rischi per quelle che sono le vere risorse del nostro Paese, cioè il turismo, il paesaggio, la cultura. Rischi peraltro affrontati per ottenere quantità di petrolio irrisorie, sufficienti a soddisfare il fabbisogno nazionale per un anno o forse un anno e mezzo».

La scarsa attenzione alle particolarità locali è evidente anche nell’intenzione di trasferire allo Stato centrale i poteri decisionali in materia energetica, un’intenzione che per Bratta va contronatura, in quanto le fonti rinnovabili «per loro natura sono diffuse e decentrate e pertanto vanno governate e gestite sui territori».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *