Input your search keywords and press Enter.

Ancora in marcia verso Pulsano. Questa volta per fede e amore del territorio

Il pellegrinaggio all'Abbazia di Santa Maria di Pulsano organizzato dai "Camminarori della luce" si svolgerà nella notte tra il 7 e l'8 settembre partendo da Manfredonia

Ancora una volta in marcia verso gli Eremi di Pulsano. Questa volta in notturna. Dopo aver salvato e messo in sicurezza una parete dello “Studion” – uno dei 24 ambienti fino ad oggi censiti, appunto, ai piedi dell’abbazia di Santa Maria di Pulsano (FG) – un gruppo di zelanti osservatori e preservatori del territorio si accinge ad una nuova traversata, immergendosi nella natura incontaminata di quella valle nove chilometri più a sud-ovest rispetto a Monte Sant’Angelo, per giungere all’interno dell’Abbazia voluta da San Gregorio Magno e posta sulla sommità del colle. Tutto questo, di notte. Attraversando un territorio assolutamente suggestivo, pregno di storia e di mistero, reso ancora più affascinante dal chiarore della luna. Ancora da definire il numero di pellegrini che si accingeranno, la notte tra il 7 e 8 settembre, a questa nuova avventura: un gruppo affiatato e mosso solo dalla fede e dall’amore, profondo e viscerale, per il proprio territorio e le sue ricchezze storiche e artistiche. E dalla volontà di riappropriarsi e tornare a fruire di un luogo sacro, per troppo tempo abbandonato a causa dell’incuria e del disinteresse collettivo.

Un particolare della decorazione dell'abbazia di Santa Maria di Pulsano (FG)

In viaggio non solo con la fede – Loro sono i “Camminatori nella luce”, un gruppo spontaneo ed eterogeneo di fedeli che, in un certo senso, può essere definito come una costola dell’associazione “Pro Valloni Garganici” che, lo scorso 25 aprile, organizzò la straordinaria impresa di trasportare nell’inaccessibile valle degli Eremi il materiale edile necessario per salvare e mettere in sicurezza una parete dell’Eremo Studion. In quell’occasione, furono un centinaio gli “anelli” di quella catena umana che trasportarono a mano sacchi di calce e attrezzi di lavoro. Ora, salvata dal degrado e dall’incuria una parte dei eremi, hanno deciso di tornare a vivere quello spazio di fede. Nasce così questo pellegrinaggio notturno e silenzioso, programmato proprio in occasione della festività di Santa Maria di Pulsano. «Si tratta di un’esperienza aperta a quanti non possono fare a meno di ascoltare, nello sforzo di compierle, le esigenze fondanti di bellezza, verità e amore», spiega Angelo Torre che estende l’invito anche a parroci, religiosi, movimenti ecclesiali e gruppi di preghiera.

Il percorso fino a Pulsano – Il gruppo di fedeli e amanti dell’arte e dell’ambiente affronterà un percorso di circa 7 km: dal centro di Manfredonia, “porta del Gargano”, fino alla sommità del colle di Pulsano. Il gruppo si muoverà lungo il Tratturo di Pulsano, lontano dal caos del traffico cittadino ed extracittadino. «I primi 5 km sono piuttosto semplici e accessibili a tutti – spiega Mimmo D’Ascanio dei “Camminatori della luce” – i restanti 2 km, invece, costituiscono una piccola arrampicata di 1° – 2° livello».

Il percorso lungo la vallata fino agli Eremi di Pulsano è di circa 7 km e viene organizzato in occasione della festa della Madonna di Pulsano

Insomma, consigliabile a quanti abbiano già avuto esperienze di questo tipo e siano dotati di idonea attrezzatura (scarpe da trekking e casco ad illuminazione frontale). Tre ore il tempo preventivato per effettuare il pellegrinaggio. «Una tempistica volutamente comoda, per riflettere durante tutto il percorso, godere della pace e della tranquillità che solo quel luogo può donare, connettersi con la natura e ‘sentire’ il territorio». Insomma, ripetere quello che secoli fa hanno fatto gli eremiti in quel luogo, godendo della bellezza del percorso e della storia impressa tra le pieghe di quelle rupi. La partenza è prevista alle ore 21.30 dal castello di Manfredonia. L’arrivo sulla rupe di Pulsano è previsto a mezzanotte, in concomitanza con l’inizio della veglia in onore della Madonna venerata nel complesso sul massiccio roccioso che domina il golfo di Manfredonia. Alle 8,00 del giorno seguente sarà celebrata la Santa Messa, mentre il rientro – sempre a piedi – è previsto per le 9,00 (arrivo in città alle 11). Chi non gode di condizioni fisiche tali da poter sostenere e affrontare il pellegrinaggio/traversata nella valle di Pulsano può raggiungere il gruppo direttamente all’Abbazia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *