Amministrative a Bari: dal PUG ai parcheggi, Romito dedica un sesto del suo programma alla sostenibilità

Il candidato sindaco di Bari del centrodestra Fabio Romito (Foto: pagina Facebook)

Piste ciclabili, posti auto interrati, differenziata, decoro urbano e cassonetti smart. Spazio agli animali con il “veterinario sociale” per tutte le famiglie meno abbienti. Ecco le proposte del più giovane candidato sindaco per Bari

Inquinamento, politiche urbanistiche attente alle aree verdi, mobilità sostenibile, raccolta differenziata e trasporto pubblico. Quanta sostenibilità c’è nei programmi elettorali dei candidati alla carica di sindaco di Bari?
Per quanto concerne l’aspirante primo cittadino del centrodestra, Fabio Romito, il suo programma politico si compone di 24 pagine per altrettanti punti. Di questi, quattro sono connessi al tema della sostenibilità ambientale e uno alla salvaguardia degli animali domestici. L’ambiente e le ripercussioni su di esso sono presenti in riferimento a Piano urbanistico generale, mobilità, decoro urbano e problematica relativa alla carenza di parcheggi. Ma vediamoli nel dettaglio.

L’idea di urbanizzazione della coalizione di centrodestra punta anche sulla sostenibilità, attraverso la cura delle aree verdi esistenti e la realizzazione di nuove, a beneficio di un «ecosistema compromesso» (Fonte: Pixabay.com)

Un Pug al servizio della sostenibilità

Il varo di un nuovo strumento urbanistico appare al primo punto del programma di Romito. Con esso, vi è l’esigenza di dettare tempi e prospettive certe del Piano, di prevedere meccanismi premiali per incoraggiare interventi economici volti alla valorizzazione urbanistica nelle zone cittadine più popolate e di gettare le basi per un Piano Urban relativo al quartiere Libertà (una sorta di rilancio alla stregua di quello operato, negli anni scorsi, nel centro storico).
L’idea di urbanizzazione della coalizione di centrodestra, stando al documento programmatico proposto dal giovane candidato del Carroccio (il cui simbolo, però, non compare), punta anche sulla sostenibilità, attraverso la cura delle aree verdi esistenti e la realizzazione di nuove, a beneficio di un «ecosistema compromesso». La tutela di quelle esistenti passerebbe da interventi condotti da botanici e tecnici specializzati, che indichino tempi e modi di potatura, oltre a lavorare alla piantumazione di 110mila alberi e a una corretta gestione del verde. Previsti, inoltre, incentivi alla costituzione di comunità energetiche con il coinvolgimento dell’amministrazione comunale e la partecipazione di cittadini e imprese.
«I vantaggi derivanti da tale meccanismo virtuoso (che porta a benefici economici, ambientali e sociali) saranno destinati soprattutto a porzioni di popolazione più bisognose – promette il candidato sindaco all’interno del suo programma – Grande importanza verrà data a un piano Marshall dell’edilizia residenziale pubblica e ai piani di rigenerazione urbana, al fine di favorire soluzioni abitative a nuclei familiari il cui reddito non sia sufficiente per l’acquisto di un immobile, nell’ottica di ripensare a tutto il sistema delle politiche abitative orientate a rendere Bari una città appetibile per nuovi residenti e per facilitare “rientri a casa” di cittadini che, nel tempo, avevano trovato altrove la propria dimora».

Mobilità sostenibile e traffico veicolare

«La mobilità dolce è stata pensata in maniera improvvisata e talvolta raffazzonata attraverso una rete di piste ciclabili la cui realizzazione ha finito per creare disagi a cittadini e attività commerciali, rendendo la Città ostaggio del caos generato anche da monopattini privi di regole». È la critica che Romito rivolge a chi ha governato Bari sino a oggi: gli avversari del centrosinistra. A proposito di mobilità sostenibile, tra i suoi punti spicca il rifacimento dei tracciati stradali delle piste ciclabili. L’idea è quella di elaborare un piano della mobilità per rendere i percorsi più «armonici». Un documento con cui rivisitare il sistema di trasporto pubblico, ispirato a criteri di maggiore efficienza.
In programma, poi, c’è il potenziamento delle isole pedonali, per favorire le attività commerciali.
Prevista anche una rivisitazione delle modalità di accesso nel centro cittadino ai veicoli di categorie inquinanti; mission da raggiungere con l’allargamento delle fasce orarie dell’attuale Zsr in centro e nelle zone limitrofe, al fine di consentire un maggiore turn over dei posti a garanzia di un indotto delle attività commerciali e dei pubblici esercizi.
E, a proposito di mobilità, il candidato del centrodestra intende rivedere il piano di investimenti dell’Amtab per prevedere l’impiego di nuovi mezzi più piccoli, agili e meno inquinanti.

Fabio Romito pensa all’introduzione, in apposite isole ecologiche, dei «cassonetti intelligenti» dotati di smart card (Fonte: Pixabay.com)

Maggiore pulizia e cassonetti smart

Innovazione al passo con la sostenibilità. In base agli intenti messi nero su bianco nel programma elettorale, Fabio Romito pensa all’introduzione, in apposite isole ecologiche, dei cosiddetti «cassonetti intelligenti». Si tratta di contenitori con apertura mediante smart card, informatizzati, telecontrollati, videosorvegliati e dotati di pannelli fotovoltaici.
In materia di gestione dei rifiuti, si intende rivedere il contratto di servizio con l’azienda appaltatrice Amiu e prevedere misure incentivanti più efficaci, per sensibilizzare la cittadinanza ana raccolta differenziata più consapevole. Incentivi previsti anche per i titolari dei locali pubblici che provvederanno alla pulizia degli spazi antistanti le rispettive attività commerciali. Si punta anche a intensificare la vigilanza ambientale per limitare gli abbandoni selvaggi e incontrollati dei rifiuti da parte degli avventori. Mossa utile per scoraggiare, inoltre, la mancata raccolta delle deiezioni canine da parte dei rispettivi proprietari.
Nelle zone a maggiore densità turistica, si pensa alla realizzazione di un piano di arredo urbano imperniato sulla presenza di cestini portarifiuti, garantendo l’attività di ritiro e svuotamento anche in orari non ordinari, soprattutto in giornate ad alto tasso di presenze in città, con incremento dell’attività di spazzamento.
Infine, si punta a valorizzare le competenze all’interno dell’azienda e a migliorare l’efficienza degli impianti esistenti.
«La città non ha raggiunto gli obiettivi minimi di raccolta differenziata – afferma Romito sul punto – Serve dunque progettare un nuovo sistema di raccolta che passi attraverso sistemi innovativi e punti soprattutto a rendere le strade più pulite, anche eliminando definitivamente la presenza di elementi attrattori di degrado».

Posti auto carenti: problema da “parcheggiare” definitivamente

Parcheggi carenti, continui giri di automobilisti in cerca di uno spazio in cui posteggiare e marmitte che sprigionano sostanze inquinanti nell’aria. Onde evitare tutto ciò, anche a beneficio dell’economia dei locali commerciali che vedono diminuire la clientela, il candidato sindaco pensa alla realizzazione di parcheggi interrati. «In altre realtà italiane ed europee – spiega Romito – hanno rappresentato la soluzione per risolvere il problema della sosta e quello del traffico, riducendo di molto quello “passivo” causato dal “girovagare” dei mezzi nella ricerca di un posto auto e dell’inquinamento che ne consegue».
La realizzazione di una serie di parcheggi interrati (oltre a quello già previsto in corrispondenza della Caserma Rossani) urge soprattutto in aree strategiche centrali e in determinati quartieri.

Romito ritiene necessario rivedere i criteri di finanziamento dei rifugi cittadini e del canile sanitario (Fonte: Pixabay.com)

Per gli amici a quattro zampe…

Il capo della coalizione di centrodestra ritiene necessario rivedere i criteri di finanziamento dei rifugi cittadini e del canile sanitario. L’intenzione di Romito, così come da punto 12 del suo programma, è la progettazione di percorsi di sostegno da attuare, possibilmente, in sinergia con la Regione Puglia. In tal senso, si mira a introdurre la figura del “veterinario sociale”, un professionista al servizio degli animali domestici accuditi dai cittadini in difficoltà economica.
Spazio poi alle aree per cani; Romito intende realizzarne almeno altre nove, oltre a quelle gia esistenti.
Per quanto concerne invece i gatti, si prevede l’organizzazione di attività mirate alla tutela delle colonie feline.

Per consultare il programma elettorale completo di Fabio Romito CLICCA QUI

Articoli correlati