Input your search keywords and press Enter.

Amianto: il Decreto Stabilità dimezza i tempi di prescrizione

Ancora un ultimo colpo di coda del governo Berlusconi. Nel nostro caso a danno di medici e lavoratori in generale, perché una norma contenuta nel Decreto Stabilità dimezza i tempi di prescrizione disciplinati dal Codice Civile. Il Decreto Stabilità, infatti, tende ad annullare la sentenza della Corte di Cassazione n°17350/11 – in linea con i principi di diritto comunitario – che ha fissato a dieci anni la prescrizione per il risarcimento della mancata retribuzione degli specializzandi negli anni 1983/1991 e in tutti i casi di mancato tempestivo recepimento delle direttive comunitarie.

Provvedimento, chiarisce in una nota l’avvocato Ezio Bonanni presidente dell’Associazione Osservatorio nazionale Amianto, destinato a «ledere anche i diritti risarcitori delle vittime dell’amianto, in relazione al tardivo recepimento della direttiva 477/83/CEE, in materia di amianto, su cui c’è stata la condanna della Repubblica Italiana con decisione del 13.12.1990, con violazione della normativa comunitaria in materia (di risarcimento)».

L’ONA, pertanto, rivolge un appello a tutti i membri del Parlamento e al Capo dello Stato, On.le Giorgio Napolitano, «affinché non si dia corso a questa norma incivile, che è destinata a essere censurata dalla stessa Corte Costituzionale, e dalle Corti internazionali» e invita i lavoratori a procedere immediatamente con una diffida, in modo da rendere applicabile l’attuale normativa.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *