Amianto e tutela dell’ambiente: la GdF sequestra capannoni in stato di abbandono

60mila metri quadrati di tettoie di cemento amianto: è quanto rinvenuto dalla Guardia di Finanza del Gruppo Bari, nelle zone industriali del comune di Bari e del comune limitrofo di Modugno. È stata denominata “Danger Zone”, cioè “Zona pericolosa”, una vasta operazione di servizio condotta dalle Fiamme gialle a tutela dell’ambiente.

In particolare sono stati sottoposti a sequestro appezzamenti di terreno per circa 150mila metri quadrati, su cui sono stati rinvenuti numerosi capannoni a uso industriale con tettoie in eternit per circa 60mila metri quadrati, in evidente stato di abbandono, privi di qualsiasi opera di manutenzione ordinaria e/o straordinaria prevista dalla vigente normativa, che presentano crepe e rotture con dispersione di fibre pericolose per la salute delle persone.

Diciotto responsabili sono stati denunziati all’Autorità Giudiziaria. Per le aree sequestrate sono state immediatamente avviate le procedure di rimozione, smaltimento e bonifica.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=313]

Articoli correlati