Ambiente: premio a Cosimo Forina per l’informazione e la difesa del territorio di Grottelline

Cosimo Forina, al centro, con gli studenti dell’istituto Fermi di Spinazzola

Un anno fa gli uomini del Corpo Forestale dello Stato, su mandato della Direzione distrettuale antimafia di Bari, hanno accertato nella località di Grottelline, nel territorio di Spinazzola (BAT), che un’area di eccezionale importanza storica, naturalistica, culturale e archeologica – ci sono tracce della presenza di testimonianze archeologiche del Neolitico – è diventata una discarica della camorra, dove sono state trovate decine di tonnellate di batterie per autovetture, catrame, miscele bituminose, scorie di cemento e mattoni, pneumatici fuori uso.

La vicenda di Grottelline deve stimolare ancora di più il nostro impegno – scrive la Federazione Internazionale di Giornalisti e Scrittori di Turismo, FIJET – e non far disperdere l’attenzione su questo scempio che rischia di essere perpetrato ai danni di un territorio e di un patrimonio archeologico e ambientale.

Il coraggio di Cosimo Forina, corrispondente per Spinazzola della Gazzetta del Mezzogiorno, edizione del Nord Barese, che ha messo a repentaglio la propria vita – il giornalista ha ricevuto minacce e aggressioni – per l’informazione e la difesa di questo territorio, ha spinto la nostra Federazione – è scritto nel comunicato -, a consegnare un premio che è un po’ destinato a tutti coloro che in questo momento difficile non si fanno schiacciare dall’arroganza politica e mafiosa ma vogliono informare e lottare con tutti i cittadini per “migliorare”.

Il premio a Cosimo Forina sarà consegnato al giornalista dalla FIJET nella Sala Consigliare del Comune di Poggiorsini, giovedì 7 maggio 2015 alle ore 17:00.

La premiazione vuole essere un momento di riflessione e di libera discussione.

 

Articoli correlati