Input your search keywords and press Enter.

Ambiente, migliora il trattamento delle acque reflue urbane nell’UE

Palazzo Berlaymont, sede della Commissione Europea a Bruxelles

Le città e gli agglomerati urbani dell’Unione Europea sono tenuti a raccogliere e trattare le loro acque reflue urbane ai sensi della direttiva concernente il Trattamento delle acque reflue urbane (clicca qui per leggere la direttiva “Urban Waste Water Directive Overview”). Le acque reflue non trattate possono essere contaminate da batteri e virus dannosi e rappresentano pertanto un rischio per la salute pubblica. Esse contengono tra l’altro nutrienti come l’azoto e il fosforo che possono danneggiare le acque dolci e l’ambiente marino favorendo la crescita eccessiva di alghe che soffocano le altre forme di vita, processo conosciuto come eutrofizzazione.

Le ultime cifre relative al trattamento delle acque reflue in Europa evidenziano miglioramenti nella raccolta e nel trattamento, anche se sussistono notevoli differenze tra gli Stati membri. Solo undici delle ventisette capitali europee, infatti, sono dotate di un adeguato sistema di raccolta e di trattamento, nonostante il fatto che le norme siano state fissate più di venti anni fa. I Paesi all’avanguardia, tra cui l’Austria, la Germania e i Paesi Bassi, si sono conformati in larga misura alle norme minime dell’UE per il trattamento delle acque reflue e molti altri hanno raggiunto risultati non dissimili.

 

Janez Potocnik

Gli Stati membri “nuovi”, che sono partiti da una situazione iniziale meno favorevole, hanno anch’essi registrato un miglioramento generale della raccolta e del trattamento, nonostante vantino tassi di conformità inferiori. Questi progressi vanno di pari passo con considerevoli investimenti di sostegno dell’UE, per un importo pari a 14,3miliardi di euro nel periodo 2007-2013.

Secondo il commissario per l’Ambiente Janez Potočnik, «il trattamento delle acque reflue è un test fondamentale per la società: eliminiamo i rifiuti che produciamo o stiamo rovinando l’ambiente da cui dipendiamo? Sono soddisfatto di vedere che le tendenze vanno nella direzione giusta e sono lieto di constatare che l’azione della Commissione, che associa misure di sostegno finanziario a, se necessario, azioni legali, sta dando i suoi frutti a vantaggio dei cittadini europei».

Un depuratore di acque reflue

La relazione evidenzia che la maggior parte (91%) del carico inquinante proveniente dalle grandi città dell’Unione Europea beneficia di un trattamento più rigoroso e ciò costituisce un notevole miglioramento rispetto alla situazione descritta nella relazione precedente (77%). Inoltre, il migliore trattamento delle acque reflue e la minor quantità di scarichi di acque reflue non trattate nell’ambiente hanno indubbiamente consentito di migliorare la qualità delle acque di balneazione (leggi la Press Release  “Ambiente: acque di balneazione in costante miglioramento in Europa”).

La Commissione sta promuovendo il rispetto delle norme nell’ambito di un dialogo permanente e, laddove necessario, mediante i procedimenti di infrazione, alcuni dei quali risalgono al 1997. Sono ancora in corso procedimenti di infrazione nei confronti di dieci Stati membri. I tassi di conformità sono più elevati nei casi in cui i costi sono stati recuperati ed è stato applicato il principio “chi inquina paga”.

Al termine della serie di “dialoghi con i cittadini”, il 16 settembre 2013 a Trieste, la vicepresidente Viviane Reding, responsabile per la Giustizia, i Diritti fondamentali e la Cittadinanza, trarrà le conclusioni dell’intero progetto di dialogo e discuterà con i cittadini la loro idea sul futuro dell’Europa. Le conclusioni saranno poi inserita nel prossimo Rapporto dei cittadini che conterrà le linee guida per le iniziative future dell’Unione Europea.

Per avere maggiori dettagli sull’iniziativa e sull’evento conclusivo di Trieste, leggi l’argomento in primo piano.

Per visualizzare la relazione:

http://ec.europa.eu/environment/water/water-urbanwaste/implementation/implementationreports_en.htm

http://ec.europa.eu/environment/water/water-urbanwaste/implementation/implementationreports_en.htm

Consultare anche:

http://ec.europa.eu/environment/water/water-urbanwaste/index_en.html

si può scaricare una brochure dedicata ai bambini 

http://ec.europa.eu/environment/water/water-urbanwaste/index_en.html

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *