Input your search keywords and press Enter.

Ambiente: è tempo di bilanci

Il 2011 ha messo a dura prova l’ambiente. Secondo il Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) istituto statunitense che monitora lo stato del mare e dell’atmosfera attraverso 41 indicatori, in quest’anno è aumentata la temperatura sulla Terra. Situazione particolarmente allarmante perchè verificatasi in concomitanza con la “Niña”, fenomeno naturale che negli ultimi tempi ha provocato un raffreddamento oceanico e che, in condizioni normali, avrebbe invece dovuto provocare un abbassamento delle temperature. Invece secondo l’università di Brema nel settembre 2011 i ghiacci dell’Artico hanno raggiunto il minimo storico. Il 2011 è stato anche l’anno dell’acqua, troppa in alcuni casi oppure scarsa in altri. Nessuna tregua nemmeno dal fronte della siccità, che ha piegato due tra i Paesi più poveri della terra, la Somalia ed il Corno d’Africa. Il 2011 verrà anche ricordato come l’anno straordinario per i grandi terremoti che hanno colpito in sette settimane, tra il 1° gennaio ed il 21 febbraio Argentina, Cile, Iran, Pakistan, Tagikistan, Tonga, la Birmania, le Isole Salomone, Tonga, Sulawesi, Fiji e Nuova Zelanda. Inoltre il 2011 è stato l’anno della deforestazione massica della foresta pluviale amazzonica, con maggiori preoccupazioni per il futuro visto che il governo carioca ha approvato una legge che consente agli allevatori di abbattere gli alberi che seguono il corso dei fiumi e che circondano i bacini di montagna.

Print Friendly, PDF & Email