Input your search keywords and press Enter.

Ambiente, delegazione argentina in visita in Puglia

L’assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente Lorenzo Nicastro insieme con l’assessore Fabiano Amati ha accolto per conto della Regione Puglia una delegazione argentina, in Puglia per rafforzare i legami di scambio internazionale già in atto con Università e Regione su temi come l’ambiente, l’energia e la tutela delle acque. La delegazione sudamericana era guidata da Fernando Raffo, cui facevano capo tra gli altri Oscar Squivo segretario generale della Commissione Tecnica di Salto Grande (l’Ente binazionale di gestione dell’Acqua e dell’Energia idroelettrica) e il dottor Federico José Lacava Prorettore Universidade di Conception del Uruguay.

«La tutela dell’Ambiente è uno sforzo comune e l’Argentina, sotto questo aspetto, è molto più vicina alla Puglia di quanto la geografia possa indurci a credere. La legislazione italiana purtroppo non fornisce strumenti sufficientemente efficaci per contrastare i reati ambientali: il traffico illecito di rifiuti, tanto per fare un esempio, continua a essere un’alternativa molto più remunerativa al narcotraffico perché il rapporto tra introiti e possibili sanzioni (quasi esclusivamente ammende da poche migliaia di euro) è assolutamente vantaggioso per chi decide di dedicarsi a tale criminosa attività».

Così l’assessore Lorenzo Nicastro nel suo intervento dinanzi alla delegazione argentina incontrata presso la Sede del CNR Irsa. Fuori dall’emergenza, tuttavia, è importante un sentire comune – ha evidenziato Nicastro – una corale sensibilità ambientale rispetto a temi come la tutela delle risorse idriche ma anche la preservazione della matrice ambientale e l’incentivazione di fonti rinnovabili di produzione energetica.

«Sulla base delle emergenze auspichiamo una presa di coscienza internazionale, su tematiche delicatissime e complesse, che esuli dai localismi e guardi al pianeta come unica risorsa comune da preservare. In questa direzione – ha concluso Nicastro – gli scambi tra i nostri Paesi, tra il vostro mondo accademico e il nostro, tra voi amministratori argentini e noi costituisce una maniera per accrescere questa consapevolezza e aspirare a programmazioni globali per la preservazione del nostro patrimonio ambientale».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *