Input your search keywords and press Enter.

Ambient&Ambienti va…in Università!

Il professor Francesco Bellino stringe la mano al dottor Claudio Mastrodonato

Permetteteci di parlare un po’ di noi. Lo facciamo perché giorni fa alla facoltà di Scienze della formazione dell’università  degli studi “Aldo Moro” di Bari, corso di laurea in comunicazione e multimedialità,  uno studente ha discusso la sua tesi  di laurea specialistica in etica della comunicazione dedicata ad Ambient&Ambienti. “Tra etica giornalistica ed etica ambientale. Ambient&Ambienti“, questo il titolo della tesi (relatore il prof. Francesco Bellino), che affronta con attenzione il rapporto tra giornalismo e ambiente, due mondi che implicano una prospettiva etica e che agiscono sulle coscienze delle persone rendendole attente al mondo intorno a loro. Aver individuato Ambient&Ambienti come case history è per il nostro magazine un motivo di grande soddisfazione perchè di noi nella tesi si scrive che «… consente di leggere simultaneamente il rapporto fra ambiente, etica e giornalismo all’interno di una realtà locale complessa e contraddittoria come quela meridionale, alla luce dello scenario più ampio della globalizzazione».

Claudio Mastrodonato

L’autore della tesi è il nostro collaboratore Claudio Mastrodonato, e questo è per Ambient&Ambienti un altro motivo di soddisfazione. Claudio ha saputo leggere tra le righe di quasi quattromila articoli pubblicati da ottobre 2009 (data di nascita di Ambient&Ambienti)  al 31 luglio 2011(data cui si ferma la ricerca); ha giustamente messo in luce  le caratteristiche della redazione, formata in gran parte da giovani affiancati da giornalisti di lunga esperienza, ma soprattutto ha individuato il modello giornalistico utilizzato  nelle nostre pagine elettroniche. «La rassegna puntuale dell’esperienza di Ambient&Ambienti e l’analisi interpretativa sulle modalità e i contenuti di realizzazione di questo magazine – scrive –  consentono di entrare nel vivo di un giornalismo che, grazie alla sua organizzazione flessibile, è in grado di sintonizzarsi con i dinamismi e la mutevolezza delle attuali problematiche ambientali, mediando il piano informativo con quello della partecipazione diretta dei fruitori alle questioni ambientali». Nella tesi non solo si analizzano le diverse sezioni che compongono il magazine; si parla dei nostri punti di forza: il ruolo etico delle istituzioni, l’attenzione etica al territorio, la qualità della vita, l’attenzione ai giovani, l’etica “del” lavoro e “nel” lavoro. Un panorama vasto nel quale noi di Ambient&Ambienti  ci ritroviamo perfettamente e nel quale vogliamo che voi vi troviate a vostro agio.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=89]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *