Ambient&Ambienti a RadioLuogoComune: ospiti le Faraualla

Gabriella Schiavone

Finale col botto nell’ultimo appuntamento radiofonico di Ambient&Ambienti – leggiamo insieme il territorio, la trasmissione (clicca per ascoltare) sui temi dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile ospitata negli studi di RadioLuogoComune a Bari. Ospiti di Lucia Schinzano  e Gianni Avvantaggiato, che hanno condotto la trasmissione, Gabriella Schiavone e Teresa Vallarella, componenti del gruppo musicale Faraualla, in studio per presentare il loro ultimo album Ogne male fore un affascinante viaggio nella medicina popolare, che raccoglie formule religiose di guarigione pazientemente ricercate e presentate in un sound moderno.

Teresa Vallarella

Dai poteri taumaturgici delle erbe raccontati attraverso le suggestioni vocali delle Faraualla, si è poi passati ai temi forti dell’ambiente: la distruzione di un ecomostro a Scala dei Turchi, nei pressi della villa che fu di Pirandello in Sicilia alla apertura di una spiaggia per diversamente abili nel Salento, per poi passare alla street art, con gli esempi di Bari e Taranto. E si è parlato anche di bici parigine e della politica di sostegno alle due ruote nella città della tour Eiffel, oltre che di libri, naturalmente in carta riciclata. Il tutto accompagnato das tanta buona musica sotto la regia di Vincenzo Membola.

Lo studio di RadioLuogocomune. Da sinistra Teresa Vallarella, Gabriella Schiavone, Vincenzo Membola, Lucia Schinzano, Gianni Avvantaggiato

Spazio poi alle proposte per itinerari tutti pugliesi alla scoperta di bellezze ancora poco note come la Grotta degli dei tra Peschici e Vieste sul Gargano, la Valle d’Itria “minore” delle contrade, senza dimenticare i suggerimenti per i cicloturisti e le indicazioni delle cicloassociazioni che garantiscono assistenza a 360 gradi nella regione. Ambient&Ambienti – Leggiamo insieme il territorio dopo questa trasmissione che potete ascoltare collegandovi al sito di radioLuogoComune e dalla homepage del nostro web – magazine, va in vacanza per ritornare a settembre, chissà, con qualche  bella sorpresa…

Articoli correlati