Alnwick Garden, o il “Giardino dei Veleni”

Nel Regno Unito uno dei giardini più famosi. Una gita ad Alnwick tra suggestioni e… “piante che possono uccidere”.

Se cliccate sul link alnwickgarden.com vi collegate con il sito ufficiale del Giardino di Alnwick.

Si trova in Inghilterra, nella Regione del Northumberland, ed è il terzo più importante nello Stato d’Oltremanica per numero di visitatori annui (più di mezzo milione di turisti).
La particolarità di questo giardino? Ospita al suo interno il Poison Garden, con la maggior parte delle piante velenose presenti sulla Terra.

Queste piante possono uccidere
Alnwick
Pianta del papavero

Dalla peonia al mughetto, dal narciso all’oleandro, dal papavero alla belladonna, fino all’ortensia e la brugmansia. Nonché la più famosa di tutte, la cicuta.
Le cose vengono messe in chiaro già avvicinandosi al cancello d’ingresso. Non c’è spazio per la fantasia, il messaggio è chiaro e diretto: “These plants can kill”, ed in mezzo a queste eloquenti parole il famigerato teschio con le ossa incrociate.

Non inganni la tematica del giardino botanico, il “Giardino dei Veleni” è un piacere per la vista, una passeggiata mozzafiato tra colori sgargianti, giochi di luce ed ombre e belle distese di verde, come da tradizione britannica. Un esempio? Appena entrati un tunnel completamente ricoperto da piante rampicanti offre da subito un tocco suggestivo all’ambientazione.

Alnwick
Il Gigaro bianco. Diffuso in Italia per usi officinali

Il merito di questa originale distesa di fiori e piante è di Jane Percy, duchessa di Northumberland, che a metà degli anni ’90 ha dapprima aperto al pubblico la possibilità di visitare nei mesi estivi la sua tenuta, e ad inizio anni Duemila ha recintato questa particolare area dove è vietato fermarsi a toccare ed annusare da vicino le oltre 100 varietà di fiori.
Beninteso, se si seguono le regole interne, il parco è tutt’altro che pericoloso.
Ed è bene ricordare anche che le stesse piante velenose racchiudono dei principi farmacologici, generando una situazione diametralmente opposta a quella finora descritta. Non è la pianta, ma la dose assunta, a determinare la presenza della componente velenosa, conferendo al parco una funzione didattico-educativa.

Alnwick tra storia e cinema

Il Giardino di Alnwick ha assunto – e non poteva essere altrimenti – i contorni di un’atmosfera “magica”.
All’interno è presente anche un Castello, eretto alla fine dell’XI secolo dal barone di Alnwick, edificio scolastico dal secondo dopoguerra e fino a metà degli anni ’70 .
alnwickDifficile dire di non averlo mai visto, in TV o a cinema: infatti è stato l’ambientazione del film Robin Hood – Il Principe dei Ladri e soprattutto il noto Castello di Hogwarts in Harry Potter.
Ad oggi è possibile passarvi la giornata nei mesi che vanno da aprile ad ottobre. Si svolgono periodicamente anche mostre istruttive ed esposizioni – le più a carattere medievale, in sintonia con l’atmosfera del Castello – e non mancano punti di ristoro.
Un’esperienza alternativa ed inconsueta. Un modo per conoscere certe caratteristiche delle piante che probabilmente si ignoravano. E viste le conseguenze, è un aspetto da non sottovalutare.

Articoli correlati