Allarme surriscaldamento dall’IEA

Il surriscaldamento globale sta causando lo scioglimento dei ghiacciai

La Terra corre il pericolo di raggiungere almeno 3,6 gradi centigradi di riscaldamento globale. La notizia è dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA). Nel Rapporto Energia, appena pubblicato, l’Agenzia, inoltre, scrive che «a meno che le politiche non cambino radicalmente, gran parte dei Paesi in via di sviluppo, soprattutto in Africa, resteranno in estrema povertà energetica, mentre in altre regioni soffocate dall’inquinamento atmosferico provocato dai combustibili fossili, si aggraveranno i problemi di salute».

Nonostante la prevista crescita delle fonti rinnovabili, secondo la IEA l’energia pulita non raggiungerà la metà dei combustibili complessivi, nei prossimi decenni.? La IEA incolpa i governi di corrispondere 88miliardi di dollari in sussidi annuali per la ricerca di combustibili fossili. Argomento, questo, di cui, secondo il WWF, i leader mondiali riuniti in Australia, questo fine settimana, dovrebbero discutere nel corso della riunione del G20.

Barack Obama e Xi Jinping

«Un aumento globale della temperatura – ha detto Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia -, sarà estremamente dannoso per la salute e il benessere di molte persone soprattutto quelle più povere e vulnerabili, gli Stati insulari, le barriere coralline e la natura in generale». Abbiamo tecnologie pulite, rinnovabili e affidabili per decarbonizzare il settore energetico. «Il vero impedimento è ora l’azione politica – dice Midulla -.? Il panel scientifico dell’ONU sui cambiamenti climatici (IPCC) ha dimostrato che uno sviluppo basato sulla energia non fossile è, nel peggiore dei casi, costoso quanto l’energia convenzionale».

Nonostante critichi gli alti costi, le barriere tecnologiche, l’impatto ambientale e la scarsa accettazione sociale per la cattura e stoccaggio del carbonio (CCS), per il nucleare e per lo shale gas, sempre secondo il WWF, l’Agenzia non abbraccia del tutto il percorso verso l’energia rinnovabile combinata con la più alta efficienza energetica come la vera opzione di sviluppo futuro. «Il WWF crede, invece, che un’autentica Agenzia Internazionale per l’Energia oggi debba porsi proprio questo obiettivo», conclude Midulla.

Al contrario, un ruolo importante per il passaggio a uno scenario di sviluppo sostenibile ed efficiente lo avranno i consumatori. Per questo il WWF sta svolgendo numerose iniziative tra cui “Top Ten”, guida gratuita online all’acquisto dei migliori apparecchi elettrici in commercio, realizzata grazie al programma Intelligent Energy for Europe della Commissione Europea.

Articoli correlati