Al lavoro e a scuola pedalando: la Settimana Europea della Mobilità è bike friendly

Iniziative per la Settimana Europea della mobilità

Dopo il weekend tra ciclopasseggiate e iniziative legate alle due ruote, proseguono fino quasi a fine settembre gli appuntamenti targati “Settimana Europea della Mobilità”

Tra le iniziative più diffuse c’è quella legata all’utilizzo della bici per raggiungere il posto di lavoro o la scuola. Proprio il Bike to school, fino al 24 settembre, coinvolgerà realtà come Torino, Roma, Milano, Genova, Bologna, Napoli, Olbia, tutti Comuni in cui a ottobre sono previste le elezioni.

Perché, purtroppo, all’avvio del nuovo anno scolastico le nostre città si sono trovate purtroppo ancora una volta con piani della mobilità scolastica del tutto inadeguati a risolvere l’emergenza Covid e i problemi di qualità dell’aria delle nostre città. Per questo diverse associazioni attive sui territori hanno chiesto espressamente che i futuri sindaci si impegnino a sostenere l’attivazione di ancora più strade/zone scolastiche (come previsto all’interno del DL Semplificazioni), di quelle per ora in via di sperimentazione.

Ancora una volta col Bike to school e il pedibus – è la considerazione delle associazioni – “vogliamo ricordare a genitori, insegnanti e amministrazioni l’importanza della mobilità attiva per bambini e ragazzi, liberando le aree davanti agli ingressi delle scuole dal traffico a motore, sia per garantire sicurezza sia per contribuire ad una migliore qualità dell’aria”.

Leggi anche. #Sceglilabici: Settimana Europea della Mobilità, le due ruote protagoniste

Le richieste alle Amministrazioni locali

Diverse le richieste rivolte alle Amministrazioni locali, a cominciare dall’istituzione delle ‘zone scolastiche’ davanti a ogni istituto e la pianificazione e messa in sicurezza degli itinerari casa-scuola per favorire la mobilità ciclistica/micromobilità. E ancora, spingere verso l’adozione dei mobility manager scolastici come già previsto dalla legge 221 del 28 dicembre 2015, tuttora ampiamente ignorata e attrezzare tutte le scuole con rastrelliere per consentire il parcheggio interno per lasciare in sicurezza le biciclette

L’obiettivo, pertanto, fino a venerdì 24 settembre, è di convincere genitori e insegnanti a partecipare e organizzare un “Bike to school” nella propria scuola o nel proprio quartiere. Organizzando piccole masse critiche colorate, infatti, si contribuisce a restituire le strade alle persone.

Aziende Bike friendly

 A proposito di Bike to work, proprio nella Settimana Europea della Mobilità arriva la cerimonia ufficiale di consegna  a SACBO – Società per l’Aeroporto Civile di Bergamo Orio al Serio della prima certificazione FIAB “Azienda Bike Friendly” (CFE-ITA – Cycle Friendly Employer – Italia), livello Silver.
Certificazione “Azienda Bike Friendly”
a SACBO (Aeroporto di Bergamo)

La certificazione riconosce ufficialmente le realtà che si contraddistinguono per aver realizzato al loro interno un ambiente di lavoro che promuove e sostiene l’utilizzo della bicicletta.

FIAB-Federazione italiana Ambiente e Bicicletta è il membro italiano di un più ampio Consorzio di 16 partner europei (coordinato da ECF-Europen Cyclist Federation) che ha ideato e promosso il primo e unico standard europeo volontario per aziende bike friendlyche si basa su un protocollo articolato in sei aree funzionali di valutazione (informazione, comunicazione, movimentazione dei dipendenti; coordinamento e organizzazione; servizio a sostegno della ciclabilità; dotazioni di strutture per la ciclabilità; gestione dei parcheggi come misura complementare; afflusso dei clienti).
Per ogni area sono definite numerose misure che prevedono azioni specifiche presso le sedi di lavoro o politiche aziendali da implementare, con l’obiettivo di aiutare le imprese a migliorare e promuovere la ciclabilità. Due sono, comunque, i requisiti indispensabili per accedere al percorso certificativo: la nomina del mobility/bike manager e la possibilità di accesso e sosta delle biciclette in azienda.
Più elevati sono gli standard presenti, maggiore è il livello che l’impresa può raggiungere. Sono previsti tre livelli di merito: Bronzo, Argento e Oro. Alle aziende con meno di 10 dipendenti viene dedicato lo stemma Blu.

Corse gratuite per la ‘Giornata senza auto’

Per favorire gli spostamenti ‘sostenibili’, si attivano anche le aziende che curano i servizi in condivisione. Superpedestrian – tech company che ha progettato i monopattini elettrici in sharing Link – offrirà uno sconto del 20% su tutte le corse. L’iniziativa avrà luogo in tutte le 30 città europee in cui l’azienda opera per celebrare la “Settimana Europea della Mobilità”. Inoltre, su Roma e Torino, tra le metropoli che aderiscono alla “Giornata Mondiale Senza Auto” (in calendario per il 22 settembre), Superpedestrian metterà a disposizione 30 minuti di corse gratuite per ogni monopattino.

Per poter usufruire del 20% di sconto a Roma, Torino, Palermo, Isola delle Femmine, Moncalieri, Giulianova, Tortoreto, Silvi, Nettuno e Pomezia basterà inserire il codice EMW2021 nell’app LINK. Invece, il 22 settembre, per festeggiare la “Giornata Mondiale Senza Auto”, l’app addebiterà automaticamente €0 centesimi per i primi 30 minuti di ogni corsa effettuata su Roma e Torino.

L’ABC della bicicletta a Bari

Proseguono gli appuntamenti anche a Bari, promossi in collaborazione tra Fiab Ruotalibera e Comune. Il 21 e il 28 settembre nuove date per “ABC della bicicletta”: alle 20 proprio nella sede Fiab in via Sabotino 18 è in programma il corso di piccola manutenzione della bicicletta.

Articoli correlati