Input your search keywords and press Enter.

Ai domiciliari, abbandonava rifiuti nel parco di Gravina

Già agli arresti domiciliari ma col permesso di potersi allontanare dal proprio domicilio per recarsi a lavoro, è stato colto in flagrante mentre scaricava rifiuti speciali non pericolosi. Gli Agenti del Comando Stazione Forestale Parco di Gravina in Puglia, durante un ordinario servizio di controllo del territorio, hanno scoperto l’autore dell’illecito nei pressi di una cava in disuso, in località “Grotta Marallo”, mentre si liberava di sacchi di plastica colmi di carta e plastica, trasportati con un furgone, proprio ai limiti del parco.

L’uomo, fermato dagli agenti della Forestale, prima ha dichiarato false generalità e poco dopo si è dato alla fuga.

Dopo brevi indagini, però, l’uomo, un operaio di una ditta di Gravina in Puglia, è stato identificato e deferito all’Autorità Giudiziaria per aver dichiarato false generalità, per il reato di abbandono incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi e per violazione dei sigilli: la cava dove stava scaricando i rifiuti era già stata posta sotto sequestro dagli stessi Forestali di Gravina il mese scorso.

Il furgone è stato sequestrato e affidato a un custode giudiziario. La ditta interessata è stata denunciata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *