Input your search keywords and press Enter.

Agromafia, un business da 12 miliardi di euro

Dai campi ai supermercati, il volume d’affari delle agromafie vale 12,5 miliardi di euro (il 5,6 per cento dell’intero business criminale). Lo afferma la Coldiretti, sulla base dell’ultimo rapporto sulle agromafie.

Recentemente, la Direzione investigativa antimafia ha disposto la confisca di beni mobili e immobili appartenenti all’imprenditore di Castelvetrano Giuseppe Grigoli, 64 anni, definito il re dei supermercati per il suo ruolo di primo piano nel settore della grande distribuzione. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta a 700 milioni di euro.

Le agromafie – sottolinea la Coldiretti – investono i loro ricchi proventi illeciti in larga parte in attività agricole, nel settore della trasformazione alimentare, commerciale e nella grande distribuzione.  «Un’operazione che ha spesso condiziona la libera iniziativa economica e la concorrenza sleale».

Le imprese agricole e i consumatori subiscono l’impatto devastante delle strozzature di filiera. Su di essa si insinua un sistema di distribuzione e trasporto gonfiato e alterato troppo spesso da insopportabili fenomeni di criminalità che danneggiano tutti gli operatori. «L’effetto -afferma la Coldiretti – sono i bassi prezzi pagati agli imprenditori agricoli, che in molti casi non arrivano a coprire i costi di produzione e un ricarico anomalo dei prezzi al consumo, che raggiungono livelli tali da determinare una contenimento degli acquisti».

I prezzi dei prodotti alimentari, mediamente, aumentano dal campo alla tavola di più di cinque volte e all’agricoltore arriva appena il 17 per cento del prezzo pagato dai consumatori. «A rischio – conclude la Coldiretti – è anche la qualità e sicurezza alimentare dei prodotti alimentari, con la vendita di prodotti alimentari spacciati come Made in Italy, ma ottenuti in realtà con materie prime importate, spesso di bassa qualità».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *