Input your search keywords and press Enter.

Agroalimentare, l’alternativa possibile per lo sviluppo del territorio pugliese

Agroalimentare in Puglia è un concetto che assume molteplici significati e sfaccettature: significa sviluppo, produzione, sapere coniugato a forza lavoro, ricerca tecnologica. Tutto ciò implica cultura, turismo, tutela della biodiversità e del paesaggio. Questo settore può assumere un ruolo centrale e decisivo per lo sviluppo del territorio, a patto che risponda a crismi di economia non inquinante e sia supportato da una nuova mentalità volta al benessere sociale e ambientale che deve riguardare tutti.

Oggi, lunedì 3 Dicembre, presso l’Aula Magna dell’Università di Bari Aldo Moro – sede di Taranto (ex Caserma Rossarol), si tiene il Convegno e Tavola Rotonda AGROALIMENTARE: Alternativa possibile?. L’evento – patrocinato dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, da Slow Food Italia, dall’Università degli studi di Bari “Aldo Moro” e condiviso da UPALAP Casartigiani Taranto – è un’occasione di confronto tra imprenditori, Università, politici, professionisti, associazioni e cittadini. Si discuterà di agroalimentare nella sua multidimensionalità e di come tale risorsa possa costituire un’alternativa concreta alla grande industria, per Taranto e provincia.

Ai lavori del convegno, organizzato dal Consigliere della Regione Puglia Patrizio Mazza, è prevista la partecipazione dell’Assessore alle risorse Agroalimentari della Puglia Dario Stefano, del componente della Segreteria nazionale Slow Food Italia Antonello Del Vecchio, del Preside della II Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari Prof. Felice Uricchio e del sindaco di Bari Michele Emiliano.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *