Input your search keywords and press Enter.

Agricoltura: richieste al nuovo Governo

«Per l’agricoltura italiana è necessario un forte momento di discontinuità. Serve una politica incisiva e condivisa con le parti sociali, che affronti i problemi strutturali, recuperi competitività al settore, valorizzando le sue forti potenzialità intrinseche. Ma prima di tutto è indispensabile acquisire una comune visione strategica dell’agricoltura Made in Italy». Lo riportano in una nota congiunta Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri che hanno insieme consegnato un documento sulla riforma della Politica Agricola Comune al presidente incaricato Mario Monti in occasione delle consultazioni con le forze sociali. Per le associazioni occorre un «quadro normativo e comportamentale che eviti il dumping (svendita, sottocosto, ndr) sociale e ambientale e l’uso improprio del “marchio Italia” e dei nostri territori nelle produzioni agroalimentari riconoscendo il Made in Italy quale leva competitiva del Paese in grado di valorizzare il lavoro, il capitale e il territorio italiano».

Print Friendly, PDF & Email