Acquedotto Pugliese: SIMPLe e ROV per limitare le perdite

Interno del furgone attrezzato di AQP, in primo piano il ROV

AQP, gestisce una rete idrica complessa – il tratto più importante dell’Acquedotto Pugliese è rappresentato dal Canale Principale lungo circa 245 chilometri, che collega i bacini del Sele e del Calore – di quasi 40mila chilometri di condotte idriche e fognarie, con un’età media che supera i 40 anni, su terreni dalle caratteristiche geotecniche complesse, e perdite che ammontano quasi al 42% del volume di acqua immesso nelle tubature.

Negli ultimi anni AQP ha quindi avviato iniziative di monitoraggio e controllo della rete, innovative, grazie all’apporto delle più moderne tecnologie digitali e informatiche, avvalendosi della collaborazione di Università e aziende leader mondiali di settore. Le ultime sperimentazioni nel monitoraggio e la ricerca delle perdite in rete sono state presentate questa mattina dall’Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese Nicola Cstantino, nello storico Palazzo dell’acqua di Bari.

L’attività di monitoraggio e controllo delle opere da oggi è affidata alla tecnologia SIMPLe (System for Identifying and Monitoring Pipe Leaks), un nuovo metodo di ricerca perdite, brevettato dall’azienda MoniTech s.r.l. – Spin off dell’Università del Salento – che per localizzare le perdite nelle reti idriche e fognarie sfrutta le microonde, una tecnologia di derivazione militare che, per la prima volta, rende possibile l’ispezione di tratte alle quali si poteva accedere solo dopo la chiusura della condotta, con i relativi disagi sia per l’utenza, sia per il personale tecnico.

La sperimentazione su larga scala di SIMPLe è stata avviata da AQP nel 2011, con la collaborazione dell’Università del Salento, sotto la responsabilità scientifica del prof. Andrea Cataldo e il Politecnico di Bari guidato dal prof. Nicola Giaquinto. Una prima esperienza pilota, che ha dato risultati confortanti, è stata realizzata su una nuova rete idrica di circa 10 km di estensione, a Lecce nelle località di Borgo Piave – Masseria Grande e Masseria Marangi.

I dati raccolti dal ROV vengono trasmessi attraverso un cavo ombelicale in fibra ottica e visualizzati in tempo reale in un centro di comando e controllo realizzato all’interno di un furgone posizionato all’uscita del canale

Diversamente dai sistemi ricerca-perdite tradizionali, SIMPLe è più efficace, preciso, affidabile, economico, permette di ridurre i tempi di ispezione ed è utilizzabile in qualunque condizione di esercizio della rete. Le condutture sono dotate, già in fase di posa in opera, di sensori che emanano un segnale elettromagnetico che rimane costante in condizioni di funzionamento standard, mentre subisce sostanziali cambiamenti in presenza di perdite dovute a un guasto o rottura. Il segnale di una eventuale avaria viene individuato sullo schermo di un laptop, mentre un software dedicato provvede alla geo-localizzazione, su mappe satellitari, del punto preciso della perdita di acqua.

Quanto all’ispezione, AQP ha avviato la sperimentazione di un ROV (Remotely Operated Vehicle) in collaborazione con Grenic e Subsea Fenix, società specializzate del settore. Il robot telecomandato è una apparecchiatura Saab Seaeye modello Falcon, utilizzata per le ispezioni subacquee di piattaforme petrolifere, porti, dighe ecc., adattata alle particolari condizioni di impiego. La velocità dell’acqua nelle tubature si aggira intorno a 1m/s.

Sul robot, oltre alle dotazioni necessarie al galleggiamento e al movimento, sono stati installati una videocamera a colori ad alta risoluzione in grado di ruotare di 180°; un sistema sonar; un controllo automatico della direzione e della profondità. I dati raccolti vengono trasmessi attraverso un cavo ombelicale in fibra ottica e visualizzati in tempo reale in un centro di comando e controllo realizzato all’interno di un furgone posizionato all’uscita del canale.

All’incontro con la stampa sono intervenuti il sindaco di Lecce Paolo Perrone, presidente dell’Autorità Idrica Pugliese e l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia Gianni Giannini.

Articoli correlati