Acqua, è operativa la Control Room di AQP

È a Bari la nuova struttura tecnologica che consente più prevenzione, interventi rapidi e mirati, maggior riduzione delle perdite

 

A Bari è diventato operativo il “cervello digitale” di AQP, la Control Room. Si tratta di una cabina di regia che integra, elabora e gestisce i milioni di dati raccolti da AQP, accelerando la trasformazione tecnologica avviata dal Gruppo e che mira alla tutela del bene più prezioso, l’acqua, oggi sempre più minacciato.

Il sistema consentirà di migliorare l’attività di monitoraggio delle opere strategiche presenti nei 33mila chilometri di reti idriche e fognarie, tra cui 185 depuratori e 5 potabilizzatori, di fornire analisi predittive per gestire le manutenzioni in maniera più mirata, di tracciare l’intero ciclo delle segnalazioni dei clienti, migliorando le tempistiche d’intervento, di supportare, attraverso i dati, il percorso di risanamento delle reti e di riduzione delle perdite, di favorire scelte strategiche di tipo data driven e, nel prossimo futuro, di integrare i dati di AQP con quelli di altri soggetti pubblici e fornitori di servizi, per gestire organicamente le emergenze.

Elemento centrale di questa cabina di regia sarà lo Smart Water Management, il progetto di digitalizzazione avviato da AQP nel 2022 che troverà massima espressione nell’ecosistema della Control Room. Dotata di 8 postazioni fisiche per ingegneri dedicati al monitoraggio delle opere e al supporto della gestione operativa, 4 postazioni fisiche per gli addetti del contact center tecnico, 1 crisis room con tavolo touch e display a parete oltra a 1 videowall LCD di 7×2 metri, la Control Room di AQP sarà operativa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. È ospitata nella sede di Acquedotto Pugliese del quartiere San Cataldo di Bari, all’interno di un ex opificio di circa 200 metri quadri: un intervento architettonico che ha coniugato archeologia industriale, materiali ecosostenibili e soluzioni tecnologiche all’avanguardia.

Articoli correlati