Input your search keywords and press Enter.

Acqua, bene riduzione tariffe

E’ un bene comune che deve costare meno. Il capogruppo del Pd alla Regione Puglia Antonio Decaro, esprime apprezzamento per l’apertura del presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, alla richiesta avanzata dal partito già all’indomani del referendum sull’acqua pubblica, di ridurre le tariffe dell’acqua per le fasce più deboli della popolazione.

Era stato chiesto che la Puglia si adeguasse all’esito del referendum per il quale si era battuta, eliminando dal calcolo della tariffa dell’acqua quel 7% relativo alla remunerazione del capitale investito, sostituendolo con il costo effettivo per l’approvvigionamento delle risorse finanziarie necessarie agli investimenti, secondo un calcolo che tenga conto dei tassi abitualmente praticati sul mercato.

“Quel che ora conta – si legge in una nota – è andare incontro alle esigenze delle fasce deboli. E’ un indirizzo con il quale abbiamo chiesto e ottenuto una rimodulazione della dinamica tariffaria contenuta nel Piano d’ambito, istituendo fasce di consumo differenziate in base al reddito. La linea era condivisa anche dall’Autorità idrica”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *