Accordo di Parigi, conoscerlo per prevenire la catastrofe

federico Brocchieri_cOP_25
Federico Brocchieri all'ultima Conferenza sul Clima

 Esce oggi in tutte le librerie “I negoziati sul clima”, il primo libro del giovane Federico Brocchieri. Storia, dinamiche e futuro degli accordi sul cambiamento climatico

Abbiamo ancora la possibilità di ridurre le emissioni in modo da raggiungere gli obiettivi globali più ambiziosi per il contenimento dell’aumento delle temperature, ma stiamo esaurendo il tempo a disposizione: per riuscire, dovremo attuare una trasformazione senza precedenti” .

Sono parole che sintetizzano il futuro “climatico” del pianeta. E sono parole non a caso pronunciate il 12 dicembre 2020, quinto anniversario dell’Accordo di Parigi: esce infatti oggi nelle librerie I negoziati sul clima di Federico Brocchieri, l’enfant prodige nel campo dell’ambiente e del clima. Il volume edito da Edizione Ambiente e realizzato con il contributo scientifico della Fondazione Enel, descrive tutti i dettagli di questi incontri internazionali, dalla nascita dell’UNFCCC nei primi anni Novanta fino alle ultime COP. 160 pagine che ci aiutano a capire, con linguaggio chiaro e accessibile, quello che succede al pianeta e le risposte che possiamo dare attraverso una collaborazione globale fondata sui negoziati multilaterali. La prefazione è affidata a Michele Crisostomo, Presidente del Gruppo Enel e del Comitato scientifico della Fondazione Enel.

Il clima come mission

Negoziati sul climaGiovanissimo (ha 29 anni), ma già famoso per la sua competenza e professionalità sui temi ambientali, Federico Brocchieri ha partecipato fin dal 2011 come delegato alle conferenze dell’ONU sul clima, prima come osservatore e a partire dal 2017 come membro del gruppo tecnico negoziale dell’Italia e dell’Unione Europea, per la quale è attualmente co-coordinatore del gruppo esperti sulle tematiche di trasparenza. Dalla sua esperienza diretta è nato un libro, che per la prima volta in Italia, ricostruisce la storia, le complesse dinamiche e il futuro degli accordi sul cambiamento climatico, chiarendone sia gli aspetti tecnico-scientifici sia quelli politici.

È nobile la finalità del libro: accrescere la consapevolezza della questione climatica e, soprattutto, della possibilità che l’umanità ha per risolverla, restituendo il futuro alle giovani generazioni. “La scienza  – sono ancora parole di Broccheri – si è espressa in maniera molto netta riguardo le nostre possibilità di raggiungere gli obiettivi presenti nell’Accordo di Parigi: per mantenere l’aumento delle temperature al di sotto degli 1,5 °C ‘sarà necessaria una transizione rapida, estesa e senza precedenti in termini di portata nei sistemi energetici e industriali e nelle varie infrastrutture, che porti a riduzioni drastiche delle emissioni di tutti i settori”.

Aspettando COP 26

Nel libro non mancano le previsioni relative alla prossima COP26, che si terrà dal 1 al 12 novembre 2021 a Glasgow, in un particolare contesto politico globale, successivo alla finalizzazione della Brexit e all’ingresso di un nuovo presidente alla Casa Bianca.

Il testo, oltre a essere sicuramente consigliato a livello universitario e anche per gli ultimi anni delle superiori, è una lettura fondamentale per chi voglia arrivare con più cognizione alla Pre-Cop 26 (Milano 30 settembre-2 ottobre 2021) e all’evento dedicato ai giovani “Youth4Climate: Driving Ambition” (Milano, 28-30 settembre 2021), entrambi ospitati dall’Italia, in virtù del partenariato con il Regno Unito.

Federico Brocchieri, I negoziati sul clima – Storia, dinamiche e futuro degli accordi sul cambiamento climatico, Edizioni Ambiente, 2020, 160 pagg. , 16 euro

Articoli correlati